Pazzo Falconara, soffre e vince contro l’Olimpus Roma

By on aprile 22, 2019

Rimonta e controrimonta. Spettacolo proibito per i deboli di cuore quello del PalaBadiali con il Città di Falconara vincente di misura sull’Olimpus Roma. Sotto di un gol a 4 minuti dallo scadere, pur avendo chiuso in vantaggio il primo tempo, le ragazze di mister Neri recuperano e superano le avversarie con 2 reti nel giro di 30 secondi. Alle romane, che con questo risultato retrocedono in A2, non basta il forcing finale per recuperare. Gara che pareva tutta in discesa per le falconaresi subito in gol, dopo un paio di minuti, con Dalla Villa brava a girarsi da pivot per battere Vecchione. L’Olimpus non sta a guardare e Nagy viene subito chiamata al doppio miracolo sulla conclusione di Benvenuto e sulla ribattuta di Dupuy. Per il Falconara, il rammarico di non raddoppiare. Ci provano Dalla Villa e Ciferni ma la mira non è precisa. Ci prova Pascual e Vecchione ci arriva in spaccata. Lisi, in contropiede, a due minuti scarsi dal riposo, mette i primi brividi al popolo del PalaBadiali. È il preludio alla ripresa: con un’azione fotocopia – contropiede veloce e diagonale – al 3’ le romane pareggiano con Pomposelli. E all’8’ passano in vantaggio grazie a un forte tiro di Dupuy che non lascia scampo a Nagy. Si soffre in campo e sugli spalti. I minuti passano. L’Olimpus chiude bene gli spazi e non disdegna sortite in ripartenza. La più pericolosa arriva al 13’ con Lisi, fermata da Nagy in uscita con Pascual a spazzare poi via la palla rimasta vagante in area. A 5 minuti dal termine Neri manda Dalla Villa a fare il quinto di movimento. In 30 secondi cambia tutto. Nanà prima impegna Vecchione consentendo a Ciferni di arrivare per prima sulla ribattuta. Poi imita la compagna sull’incursione dalla destra di Dalla Villa. Nei 3’ finali è l’Olimpus a premere in superiorità con Lisi.  Finale di grinta e sofferenza per le Citizens che alla sirena escono tra gli applausi.

Negli spogliatoi.  “La gara – commenta mister Neri al termine – era molto importante perché ci dava la sicurezza della salvezza diretta e ci permetteva, vincendola, di pensare ai playoff. Era questo il peso che avevamo sopra. Una partita complicata perché l’Olimpus ci ha reso la vita difficile. Buon primo tempo nonostante abbiamo sbagliato diverse occasioni, tutto si è complicato nella ripresa. Dopo il pareggio loro ci hanno creduto e noi abbiamo sbandato ma abbiamo reagito e fatto bene. Ed è forse questo l’aspetto più importante”.

Il campionato. A tre giornate dal termine il Città di Falconara è a 42 punti al settimo posto in classifica. Ci sono 6 squadre, in appena 10 punti, in piena bagarre per conquistare il 7° e l’8° posto e staccare i ticket rimasti liberi per i playoff. O per evitare l’11° e il 12° che porterebbero al playout salvezza. Oltre al Falconara ci sono Lazio, Cagliari, Breganze, Bisceglie e Grisignano. Tre gare in una settimana. Giovedì 25 aprile le Citizens sono di scena a Milano contro la capolista Kick Off. Poi, domenica 28, arriva il Real Statte al PalaBadiali. Infine, ultima di campionato, il 1 maggio a Napoli. Un vero e proprio tour de force per decidere tutta una stagione.

TABELLINO

Città di Falconara 3

Olimpus Roma 2

Falconara: Nagy, Pascual, Ferrara, Luciani, Dalla Villa, De Angelis, Verzulli, Sevilla, Ciferni, Nanà, Antonaci, Bernotti. All. Neri.

Olimpus: Vecchione, Benvenuto, Dupuy, Lisi, Chiesa, Esposito, Blanco, Schirò, Pomposelli. All. Radice.

Reti: 2’46” p.t. Dalla Villa (F); 3′ s.t. Pomposelli (O), 8′ Dupuy (O), 16′ Ciferni (F), 16’33” Nanà (F).

Note: ammonita Vecchione.

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks