Creative Ground presenta a febbraio un ricco programma per la rigenerazione degli Archi

By on febbraio 4, 2019

Creative Ground, il nuovo spazio di Sineglossa dedicato all’innovazione culturale, presenta a febbraio un ricco programma di collaborazioni nazionali per la rigenerazione degli Archi.

Creative Ground – afferma Federico Bomba, direttore di Sineglossa – comincia il suo percorso come luogo in cui poter sperimentare nuovi modelli di produzione culturale, molti dei quali avranno la loro naturale vetrina ad art+b=love?, il festival che Sineglossa dirige nelle Marche e in Piemonte. La complementarietà tra spazio di produzione e vetrina, attraverso la rete di collaborazioni che Sineglossa ha attivato negli ultimi anni – grazie alla vittoria di numerosi bandi ministeriali ed europei – contribuirà a far percepire Ancona come una città in dialogo con i centri di culturali internazionali più all’avanguardia”.

Dopo il primo appuntamento di gennaio scorso con la Creative Morning, di seguito qualche esempio dei progetti incubati da Creative Ground per il mese di febbraio:

il 10 febbraio sarà possible partecipare ad Elevator, un gioco da tavolo ideato insieme all’organizzazione sarda Riverrun, che vedrà sfidarsi 30 giocatori, in squadre eterogenee composte da creativi marchigiani e abitanti degli Archi, a colpi di prove esilaranti e brainstorming fuori dagli schemi con l’obiettivo di generare idee dirompenti e visionarie per reinventare il quartiere. L’evento è su prenotazione, per le modalità di iscrizione www.sineglossa.it

Si prosegue con due residenze d’artista:

Sonia Andresano, vincitrice dell’Apulia Land Art Festival lavorerà sul recupero della memoria storica degli Archi. Con il suo progetto, curato da Butik Collective, la città si riappropria di negozi rimasti senza una funzione, trasformandoli in spazi attraversabili. Un processo partecipato, in collaborazione con UNIVPM, in cui saranno coinvolti sia gli studenti di Economia che le comunità che vivono questi luoghi.

Helen Cerina, danzatrice pluripremiata già presente con i suoi lavori alla Biennale di Venezia, svilupperà in Creative Ground il suo progetto Qualcosa dopo, una produzione Dejà Donnè in collaborazione con Amat.

Per conoscere il calendario delle opportunità offerte nei prossimi mesi da Creative Ground basta seguire i canali web di Sineglossa e iscriversi all’apposita newsletter.

Cristiana Rubbio

Responsabile comunicazione Sineglossa

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks