Jesi, TESPI LETIZIA MORINI e il docufilm POLIS al teatro Il Piccolo

By on gennaio 30, 2019

JESI, 30 gennaio 2019 – Mercoledì 30 gennaio prosegue a Jesi TESPI, festival multidisciplinare di teatro sociale organizzato da ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata con il sostegno della Fondazione Cariverona e in collaborazione con AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali con il contributo di MiBAC e Regione Marche.

Il festival, che proseguirà fino al 4 febbraio nelle tre città di Jesi, Chiaravalle e San Marcello, intreccia in maniera innovativa il mondo del teatro professionale, del sociale e dell’educazione, con un ricco calendario di spettacoli, incontri, dibattiti, docufilm, workshop, percorsi formativi, momenti conviviali.

Tre sono gli appuntamenti della terza giornata del Festival. Alle ore 18 inaugura, nella sala espositiva del Teatro Pergolesi, la Mostra fotografica “Lo sguardo Innamorato”, organizzata in collaborazione con Associazione Commercianti Jesi Centro”: le immagini – scatti di straordinaria intensità – sono firmate da Letizia Morini, 27enne di Pesaro affetta da sindrome di Down, insegnante in una scuola d’infanzia e con il genio per la fotografia. Di lei dicono che «mostra delle cose che noi non riusciamo a vedere». L’esposizione ad ingresso libero sarà visitabile fino al 3 febbraio dal mercoledì al venerdì e la domenica dalle ore 17 alle 19.30, il sabato con orari 10-12.30 e 17- 19.30 e nelle attività commerciali dell’Ass. Jesi Centro nei giorni e orari di apertura

Alle ore 19,30 si terrà una Apericena; segue, alle ore 21, al Teatro Il Piccolo San Giuseppe (ingresso libero) la proiezione di “Polis. L’arte Scienza di Governare un Popolo”, documentario a cura di Sandro Fabiani e del Centro Socio Educativo “L’aquilone” di San Filippo sul Cesano (PU), sullo spettacolo teatrale frutto di un percorso in cui i ragazzi/attori cercano di capire l’importanza della parola “politica”, in un viaggio affascinante ed avventuroso attraverso i luoghi della conoscenza e della partecipazione.

 

Tespi prosegue poi venerdì 1 febbraio a San Marcello e sabato 2 febbraio a Jesi. Venerdì al Teatro Ferrari di San Marcello accoglie alle ore 14,30 la performance “Standup” diretta da Michele Salvatori e prodotta da UBO Teatro, compagnia di Porto Recanati fondata nel 2005 ed integrata da ragazzi diversamente abili. Segue, dalle ore 15 alle ore 19.30 la prima parte del convegno “Che lingua parli” a cura del critico teatrale e docente universitario Andrea Porcheddu: esponenti di rilievo del panorama regionale e nazionale sono invitati a presentare interventi mirati sulle tecniche e sui linguaggi del teatro sociale. Alle ore 21 debutta, in forma di studio scenico, “Il grande gioco”, nuova produzione della compagnia ATGTP per la regia di Simone Guerro, con Silvano Fiordelmondo e Fabio Spadoni. Lo spettacolo affronta il tema della vita e della morte in maniera delicata e coinvolgente, attraverso la storia di due fratelli. Sabato al Teatro Pergolesi di Jesi alle ore 10 per le scuole va in scena “Io sono Max”, uno spettacolo di Simone Guerro e Arianna Baldini, con gli attori disabili della Compagnia H-demia. Alle ore 11 presso il Nuovo Spazio Studio Danza, si terrà una lezione aperta in chiusura del workshop gratuito “Disabilità nascoste” condotto dal regista e formatore Michele Comite. Prosegue inoltre la mattina e nel pomeriggio – dalle ore 11 e fino alle ore 13 alle Sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi, e dalle ore 15 alle 17 presso il Teatro Cocuje – il convegno sul teatro sociale “Che lingua parli”. Alle ore 17 al Teatro Cocuje va in scena lo spettacolo “Canto d’amore alla follia” di Alessandro Garzella, in scena Francesca Mainetti e lo stesso Garzella. Dalle ore 19 alle ore 20.30 al Teatro Pergolesi di Jesi La Casa dello spettatore di Roma condurrà “Il Teatro Integrato Interrogato. Quale pubblico, quali visioni?”, incontro di didattica della visione rivolto al pubblico, sullo spettacolo “DEsPRESSO” che andrà in scena al Teatro Pergolesi, alle ore 21, in scena il Collettivo Clochart con Michele Comite e Alessandra Carraro.

 

TESPI coinvolge una ampia rete di soggetti pubblici e privati con partner di progetto il Comune di Chiaravalle, l’ASP Azienda Servizi alla Persona Ambito 9, Neomesia Mental Health, le scuole jesine I.C. Lorenzo Lotto, Liceo Scientifico Da Vinci, I.I.S. Galilei, l’Istituto di istruzione superiore Podesti-Calzecchi Onesti di Chiaravalle, le associazione culturali Factory, Rosso Teatro e Asini Bardasci, la Casa dello Spettatore di Roma; collaborano inoltre al festival l’Ambito Territoriale Sociale n. 12, Malati di Niente, FPS Fondazione Pergolesi Spontini, Comune di San Marcello, Nuovo Spazio Studio Danza e Associazione Commercianti Jesi Centro.

 

INFO e prevendite: ATGTP tel. 0731 56590 (lun-ven, 9/13 info@atgtp.it); AMAT tel. 071 2072439 (lun -ven, 10/16); Call center 071 2133600. Online www.vivaticket.it

Ufficio stampa ATGTP: Simona Marini

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks