Il Viminale finanzia il progetto del Comune per la videosorveglianza

By on novembre 16, 2018

Nuovi impianti di videosorveglianza per il controllo dei principali punti di
accesso, compreso il sistema di riconoscimento delle targhe dei veicoli. Si
chiama “Gli occhi della città” il progetto elaborato e presentato dal Comune di
Porto San Giorgio al Ministero dell’Interno che è stato ufficialmente ammesso
al finanziamento. Delle 2.426 domande pervenute da alcuni Comuni italiani,
quello sangiorgese è rientrato tra i 428 beneficiari. L’ammontare complessivo
degli interventi previsti è di 91.231 euro, per metà sostenuto da fondi statali.
I lavori sono già stati appaltati e partiranno nel prossimo mese di gennaio. I
primi riguarderanno l’ingresso a sud e l’incrocio della strada Valdete con la
Statale Adriatica. Successivamente sarà la volta dei varchi a nord e ad ovest.
Il dirigente dell’Ufficio Affari generali Carlo Popolizio ha seguito, assieme al
comandante della Polizia municipale Giovanni Paris, la definizione del piano
per la sicurezza. “Nel 2018 abbiamo completato l’aggiornamento e la
sostituzione delle telecamere, la cosiddetta ‘fase uno’ del nostro programma –
afferma Popolizio – . Sono ad oggi controllate piazza Gaslini, via Don Minzoni,
l’arena Europa, via Oberdan, piazza Mentana ed il tratto centrale del
lungomare. Nel 2019 scatterà la ‘fase due’ con l’installazione di altre 16
telecamere (otto ambientali e otto per il controllo delle targhe) e nel 2020 altre
quindici per un totale di 62 ‘occhi’ elettronici. L’ottenimento del finanziamento
di 45.615 euro ci permette di valutare anche un accorciamento dei tempi
inizialmente previsti”.
“Ci rallegriamo per il finanziamento ricevuto che va a sostenere un progetto in
cui l’Amministrazione ha fortemente puntato – dice il sindaco Nicola Loira – .
Siamo stati il primo Comune del Fermano (tra i primi in Italia) a sottoscrivere
il Patto per la sicurezza con la Prefettura. Abbiamo creduto talmente in questo
progetto che, nonostante la partecipazione al bando statale, la spesa è stata
interamente coperta in Bilancio per realizzare comunque l’opera.
Questo è il modo in cui un’Amministrazione comunale è chiamata a fare
sicurezza: mettere nelle condizioni migliori le Forze dell’ordine di operare e
agire attivamente, con autorevolezza, nel Comitato istituito in Prefettura.
Come spesso accade il tema della sicurezza viene trattato in maniera poco
responsabile da alcuni politici di turno solo per agitare le paure dei cittadini

contro le amministrazioni facendo credere che le stesse abbiano strumenti per
contrastare autonomamente la malavita. Prendiamo atto che l’attuale Governo
non ha vanificato gli sforzi ed i programmi del precedente esecutivo Gentiloni,
dando continuità all’operato dell’ex ministro Marco Minniti”.
Secondo l’assessore competente Valerio Vesprini “il Comune continua ad
investire nella sicurezza. E’ un lavoro che parte dalla passata legislatura che ha
portato l’ammodernamento degli impianti di videosorveglianza, oltre ai nuovi
collocati nelle piazze Matteotti e Bambinopoli. Dimostra l’attenzione ad una
delle esigenze primarie dei cittadini e la capacità di progettazione che ottiene
risultati”.

16 novembre 2018

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks