OSPEDALI RIUNITI : I DIPENDENTI SONO PRESI IN GIRO E SI VOGLIONO NASCONDERE LE VERE RESPONSABILITA’!!!

By on novembre 13, 2018

UIL FPL e FP CGIL non abbandonano e non ingannano le Lavoratrici ed i Lavoratori

degli Ospedali Riuniti di Ancona

Per fortuna che avevamo avvisato in tempo i lavoratori nelle Assemblee sindacali,
l’ultima quella del 26 ottobre scorso.
UIL FPL e FP CGIL devono purtroppo rilevare che l’operazione della “rideterminazione”
dei Fondi contrattuali è stata ed è una operazione che per ben 8 anni, a partire dal
2019, porterà un grossissimo danno ai dipendenti del comparto degli Ospedali riuniti di
Ancona, per responsabilita’ aziendali pregresse.
Il 25 maggio 2018 avevamo assistito ad una Conferenza stampa in “pompa magna”,
alla presenza del Governatore, Ceriscioli e della Sindaca del Comune di Ancona,
Mancinelli, dove si dichiarava un incremento dei tre fondi contrattuali dei dipendenti
del comparto (Infermieri, Tecnici, Ausiliari, Oss e Amministrativi) per complessivi
663.789,13 euro.
Ma la sorpresa arriva già con l’incontro di trattativa del 01 agosto 2018, nel quale
l’Azienda paventa l’avvio di azioni di recupero nei Fondi contrattuali degli anni futuri,
per un ammontare di 2.729.410,55 euro, recupero dovuto ad un ricorso eccessivo del
lavoro straordinario.
A questo punto l’Azienda, dopo aver fatto i suo conti, ha proposto alla parte sindacale
(OO.SS. territoriali ed RSU) un accordo nel quale le parti appunto CONCORDANO la
“espressa rinuncia ad opera delle Organizzazioni sindacali…all’esercizio di
eventuali diritti sul periodo antecedente al 1 gennaio 2015”. Considerato che la
UIL FPL e la FP CGIL avevano ben compreso la “mossa aziendale” e cioè quella di far
abdicare le OO.SS. e la RSU alle loro prerogative ed ai loro diritti contrattuali sui copiosi
splafonamenti dei Fondi degli anni precedenti, esse hanno deciso di non sottoscrivere
quell’accordo del 05.10.2018 che ora viene sbandierato dalla parte aziendale e da
qualche indisciplinata e sprovveduta O.S. quale punto fondamentale per l’attribuzione di
fasce economiche ai dipendenti.
Niente di più sconclusionato e di più disdicevole !!! Nel documento del 05.10.2018 non
si parla MAI di fasce economiche e per di più il Collegio Sindacale aveva collegato lo
scorrimento della graduatoria (quindi l’attribuzione) delle fasce con decorrenza dal
2016, alla verifica dei fondi contrattuali e non certo ad un altro accordo o documento
(basta leggere il verbale del Collegio sindacale del 16.11.2016). Verifica dei Fondi
contrattuali che è terminata con la Determina 803 del 08.10.2018 nella quale NULLA
si dice o afferma relativamente all’Accordo (o documento) del 05.10.2018 come
“indispensabile” per l’attuazione dell’accordo fasce economiche del 24.11.2016.

ANCONA – MARCHE ANCONA

pag. 2 di 3
Per fortuna il 26 ottobre 2018, UIL FPL e CGIL FP hanno indetto e tenuto una
Assemblea del personale e hanno spiegato e già avviato una azione che coinvolge tutti i
dipendenti, nessuno escluso. Mettere in mora l’azienda sugli splafonamenti dei fondi e
sugli annunciati recuperi. UIL FPL e CGIL FP tutelano tutti e non solo una parte dei
dipendenti !
Ma il 06 novembre 2018 ecco l’exploit dell’Azienda: i recuperi da attuare nei fondi
contrattuali dei dipendenti degli anni futuri ammontano a 5.147.522,58 euro.
Conseguentemente gli incrementi ed i residui paventati degli anni 2015-2016-2017 per
un importo complessivo di euro 1.516.534,79 vanno a “farsi benedire” e nonostante
questo i dipendenti degli Ospedali Riuniti devono rinunciare a 3.630.987,80 euro per i
prossimi 8 anni a partire dal 2019 (quindi 453.873,48 annue). Comode rate di
“debito” per danni e splafonamenti dei Fondi contrattuali non causati dai
dipendenti.
Ma lo scandalo continua: il Direttore Amministrativo Maraldo dichiara 73,20 euro lordi di
aumento medio annuo per ogni dipendente. A prescindere che, permetteteci, si
tratterebbe di pochi spiccioli per i dipendenti degli Ospedali Riuniti, ma il bello è che non
ci sono nemmeno questi !!!!
C’è poco da stare allegri e c’è poco da pubblicizzare da parte della Direzione!
E’ per questo che come UIL FPL ed FP CGIL abbiamo espressamente dichiarato, il 06
novembre scorso, dopo le affermazioni della Direzione Aziendale e dopo l’illustrazione
della proposta di azioni di recupero per 8 anni, a partire dall’anno 2019, a danno dei
dipendenti in conseguenza di errori di costituzione dei Fondi contrattuali e
splafonamenti dei Fondi stessi, che saremo costretti ad attivare tutte le azioni a tutela
del personale dipendente fino alla eventuale contestazione formale, con segnalazioni
agli organi preposti, delle responsabilità dirigenziali relative alla gestione e liquidazione
dei fondi in difformità del CCNL ed in difformità della Contrattazione integrativa
decentrata. UIL FPL e FP CG CGIL stanno già sostenendo i dipendenti, come già hanno
iniziato dal 26 ottobre scorso, per la interruzione dei diritti dei singoli.
Un grave comportamento quello dell’Azienda Ospedali Riuniti, che rasenta l’incredibile,
soprattutto perché viene illustrata come una vittoria!
Ci stupiamo del comportamento delle altre OO.SS. che avvallano questa decisione
aziendale.
Come UIL FPL e FP CGIL siamo certi che i dipendenti sapranno capire chi realmente li
sta tutelando.

11 novembre 2018

ANCONA – MARCHE ANCONA

pag. 3 di 3

La Segreteria UIL FPL
Ancona-Marche
(Moscatelli Rossano)
p. La Segreteria FP CGIL Ancona

(Arpe Delia)

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks