CONSUMI: COLDIRETTI, IN ITALIA PERSE 3 VARIETA’ DI FRUTTA SU 4

By on ottobre 5, 2018

In Italia sono scomparse dalla tavola tre varietà di frutta su quattro nell’ultimo secolo anche per effetto dei moderni sistemi della distribuzione commerciale che privilegiano le grandi quantità e la standardizzazione dell’offerta. È quanto afferma la Coldiretti Marche in occasione dell’inaugurazione del Villaggio contadino nella Capitale dove è stata aperta per tutto il week end una vera e propria Arca di Noè dove scoprire i cibi, le piante e gli animali salvati dall’estinzione grazie al lavoro di generazioni riconosciuto e sostenuto dai “Sigilli” di Campagna Amica. “Si tratta della più grande opera di valorizzazione della biodiversità mai realizzata in Italia – sottolinea la Coldiretti – che può essere sostenuta direttamente dai cittadini nei mercati a chilometri zero degli agricoltori e nelle fattorie, una mappa del tesoro che per la prima volta è alla portata di tutti”. Ad oggi i Sigilli marchigiani sono 23 tra animali ortaggi e frutta. Negli stand marchigiani è possibile trovare, ad esempio, la mela rosa dei Sibillini e la mela del Papa, l’antico grano autoctono jervicella – colorato e profumato – o il farro monococco, dalla massima digeribilità per il basso contenuto di glutine. Le Marche della biodiversità in mostra a Roma nella tre giorni del Villaggio Coldiretti ospitato al Circo Massimo con 34 aziende (di cui 19 dell’area del terremoto) presenti al mercato di Campagna Amica. Da venerdì 5 a domenica 7 ottobre sono previsti 2 milioni di visitatori con Coldiretti Marche che ha mobilitato il mondo agricolo marchigiano: sono previste circa 4000 presenze dalla nostra regione nella tre giorni. Sui banchi della vendita diretta ci saranno anche vino e olio extravergine di oliva, cipolla rossa, mela del Papa, mela rosa dei Sibillini, i tradizionali vini e distillati di visciola, la sapa e il vino cotto, la cicerchia e i legumi, le confetture, il miele e lo zafferano. Oltre al mercato di Campagna Amica saranno attive anche un’enoteca e un’oleoteca. Nella prima si potranno degustare Lacrima di Morro d’Alba, Conero docg e Rosso Conero doc e Verdicchio dei Castelli di Jesi classico e riserva. Nella tenda dedicata all’olio saranno invece esposti e pronti alla degustazione oli extravergine di oliva Dop e Igp, bio, monovarietali marchigiane ma anche olive fresche e una sezione dedicata al packaging originale ed innovativo. Un assaggio di Marche per promuovere le produzioni regionali ma anche per raccontare un territorio, farlo conoscere e apprezzare, farlo diventare – perché no? – meta di un viaggio. Anche perché a fianco alle produzioni ci sarà spazio anche per le tradizioni artigiane e il folclore: con le esibizioni itineranti dei figuranti della Cavalcata dell’Assunta di Fermo e dei balli tradizionali dei Pistacoppi di Macerata, oltre agli intrecciatori di cappelli di paglia di Montappone e gli intagliatori di legno dei boschi dei Sibillini.

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks