LA CIVITANOVESE SBATTE SUI GUANTONI DI MAURO TORRESI

By on settembre 10, 2018

MONTECOSARO – Nel destino della prima gara stagionale della Civitanovese Calcio ormai c’è un pareggio. È un fattore matematico. Lo scorso anno, più precisamente il 24 settembre 2017, alla prima uscita in campionato la Civitanovese di Francesco Nocera pareggiò al Polisportivo di Civitanova per 1-1 contro la Vigor Castelfidardo con reti di capitan Mirko Silla per i rivieraschi e di Simone Pennacchioni per gli ospiti.

Quest’oggi alla prima gara ufficiale della nuova Civitanovese targata Davide De Filippis la solfa non cambia: al Mariotti di Montecosaro i rossoblù non vanno oltre lo 0-0, pur sciupando un calcio di rigore con Compierchio.

Ora, domenica prossima il Montecosaro se la vedrà al “Favale-Scarfiotti” di Potenza Picena, mentre la Civitanovese tornerà di scena mercoledì 10 ottobre al Polisportivo sempre contro il Potenza Picena, terza squadra del mini girone di Coppa Italia.

IL TABELLINO

MONTECOSARO 0 (5-3-2): Mauro Torresi; Albanesi, Squarcia, Benfatto, Quintabà, Paolo Bartolini (4′ st Rapacci); Luca Baiocco (26′ st Simone Baiocco), Mercanti, Biagioli (4′ st Danny Bartolini); Pistelli (21′ st Pietrella), Atragene (31′ st Federico Bartolini). A disposizione: Iacopini, Nicola Torresi, Mazzante, Tramannoni. All. Francesco Cantatore

CIVITANOVESE 0 (4-3-2-1): Testa; Filippini, Corbo, Carafa, Marino; Vechiarello, Gasparotto, Stefanelli (23′ st Dutto); Compuerchio, Ribichini (12′ st Giri); Matteo Salvati (33′ st Catinari). A disposizione: Lorenzetti, Daniele Salvati, Langi, Guglietta, Smerilli, Severini. All. Davide De Filippis

ARBITRO: Diego Castelli di Ascoli Piceno; assistenti Gregorio Maria Galieni di Ascoli Piceno, Riccardo Massani di Jesi

NOTE: Ammoniti Mercanti, Gasparotto, Biagioli, Paolo Bartolini, Matteo Salvati, Corbo. Corner 3 – 6. Recupero +0′ +6′

LA CRONACA

Al Mariotti di Montecosaro, la prima giornata del girone n.7 di Coppa Italia Promozione tra i padroni di casa guidati da Francesco Cantatore e la Civitanovese di Davide De Filippis inizia con 15 minuti di ritardo a causa di una variazione nella distinta locale che ha portato il signor Diego Castelli di Ascoli Piceno a prolungare il riconoscimento pre-gara.

Risolta la parte burocratica, le due squadre sono regolarmente scese in campo: il Montecosaro con un massiccio 5-3-2, mentre la Civitanovese con il consueto 4-3-2-1. Cantatore affolla l’area di rigore con una linea difensiva a 5 e in avanti schiera il tandem Pistelli- Atragene. Di contro mister De Filippis, nonostante le assenze pesanti di Miramontes, Ferrari, Patricio, Asier e Falkenstein (i primi ancora non disponibili per ritardi burocratici nel trasferimento, l’ultimo per infortunio), opta per il consueto albero di natale schierando Ribichini e Compierchio alle spalle del classe 2000 Matteo Salvati.

Il primo squillo è di marca rivierasca: al 17′ Compierchio riceve il fallo laterale di Filippini, spalle alla porta e da posizione defilata vince il contrasto fisico con Quintabà e in un fazzoletto si gira provando il mancino ad effetto che trova la risposta dell’estremo Torresi.

La prima frazione si rivela piuttosto priva di occasioni limpide in quanto il Montecosaro si chiude bene in difesa tentando di guadagnare metri conquistando palle franche e a ferire in contropiede, mentre la Civitanovese, seppur propositiva, dimostra troppa voglia di fare che spesso si tramuta in imprecisione negli ultimi 16 metri. Le offensive rossoblù arrivano spesso e volentieri dalla corsia di destra con il tandem Vechiarello – Compierchio, più in palla di quello nel fronte opposto formato da Stefanelli e Ribichini. 

I padroni di casa si fanno vedere per la prima volta al 41′ quando dalla destra Albanesi salta netto Stefanelli ed effettua un cross tagliato sul quale Pistelli si avvita e chiama Testa all’allungo in corner. L’occasione dà coraggio ai giallorossi che pochi istanti dopo ci riprovano con l’incornata di Mercanti sulla punizione di Biagioli.

Nell’intervallo De Filippis striglia a dovere i suoi, rei di non aver creato quanto nelle loro potenzialità. L’effetto positivo si vede subito, di fatto al 6′ al termine di un’azione in rapidità, avvita da Compierchio e rifinita da Ribichini, Stefanelli subisce la carica di Quintabà e conquista un calcio di rigore.

Dal dischetto, però, Compierchio si lascia ipnotizzare da Mauro Torresi, il quale con i guantoni neutralizza il penalty.

L’occasione sciupata dalla Civitanovese galvanizza il Montecosaro che al 56′ cerca di approfittarne con Pistelli che supera Corbo nel duello fisico sfruttando il baricentro basso, ma solo davanti a Testa sbaglia il diagonale di interno destro.

Di lì in poi poco o nulla: i padroni di casa si chiudono bene non lasciando spiragli alla formazione rivierasca, che nonostante le mosse tattiche di De Filippis non riesce a schiodare la situazione di equilibrio.

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks