Le nuove frontiere del sesso, l’esplosione dei club privee

By on settembre 1, 2018

Una volta nascosti e conosciuti solo per i passaparola tra i frequentatori, visti come luoghi di perdizione e di vergogna, i tempi moderni hanno pienamente sdoganato i club privé. La pubblicità viene fatta senza nessun problema, il tema è oggetto di discussione e racconto, anche se sempre con discrezione visto il perenne moralismo e bigottismo dell’italico popolo. Un popolo che di giorno frequenta chiese e luoghi sociali, ma che la sera si mette in fila dalle prostitute nigeriane e nelle alcove dei trans, ma che arriva a frequentare i club privé in ragione di una coppia su quattro. A differenza dei vari locali di lap dance, night club ed affini, il mercenarismo è assolutamente vietato, il tutto è riservato ad un sesso consenziente e consapevole.
L’accesso è strettamente regolamentato, tessera associativa, telefoni e quanto altro vanno lasciati all’entrata, la prostituzione è assolutamente bandita, una tipologia che porterebbe alla chiusura immediata per legge di questi luoghi dediti al piacere privato di adulti consenzienti. Il numero dei club privé si è moltiplicato e trovarne non è certo difficile, sono presenti su social e siti con estrema facilità e senza nessun timore. Se il maggior numero dei club si trova al nord, il centro, il sud, ed anche le isole, non sfigurano affatto, la ricerca di un piacere fuori dalle righe non conosce barriere geografiche. I regolamenti interni sono sempre rigorosi, i single e le altre coppie possono approcciarsi ai frequentatori solo se espressamente autorizzati. Serate a tema vivacizzano le notti proibite, dai tempi dei festival estivi tipo Miss Maglietta Bagnata, si è passati alle serate dedicate ai trans, alla lingerie, al nudismo, e chi più ne ha più ne metta.
Prezzi modici per coppie e singole, dal tutto gratis a € 10, mentre i singoli arrivano a versare fino a € 150 per l’entrata. Dress code d’obbligo prevede di essere sexy, ma eleganti, la volgarità è bandita; vietati jeans, scarpe da ginnastica o senza tacco, semplice giacca e cravatta per lui ed il classico tubino nero per lei sono perfetti. All’interno si può andare dallo scambio completo al voyeurismo, fino alla sola curiosità di bere un cocktail in un luogo ‘trasgressivo’, nulla è obbligatorio come dice un gestore di locale bolognese (la Bologna godereccia propone molti locali a tema, La Femme Chic, Bolero Place, Tantra Club Privé, Penthouse. In provincia, c’è il Freely a San Giorgio di Piano, Certe Notti a Minerbio, Villa Dei Ginepri a Ozzano, Mikonos Lap Dance a Pieve di Cento): Tutto quello che avviene qui dentro resta qui dentro. E non è detto che succeda sempre qualcosa, c’è anche chi qui viene solo a bere qualcosa al bar. Quello che viene maggiormente richiesto dai clienti è la pulizia, l’igiene, sia del luogo che delle persone che lo frequentano. Non è raro trovare in giro disinfettanti.
Un pubblico che premia le coppie solide ed innamorate, con un passato, quindi parliamo soprattutto di over 40, ma presenta anche coppie ventenni di fidanzati. Un gestore lombardo aggiunge che Viaggio nel mondo dello scambismo:
Tanti i coniugi, ma vengono anche ventenni. All’ingresso viene fatta la selezione: le persone vestite non adeguatamente o visibilmente alterate restano fuori. Questo per evitare clienti che possono diventare molesti o che pretendano di fare sesso ad ogni costo: la prestazione sessuale non è affatto dovuta, non va scambiato un club privé per una casa di tolleranza. Nel nostro locale si viene per divertirsi, ballare e scambiare due chiacchiere con altre persone che condividono lo stile di vita libertino. Se poi nasce la scintilla, c’è il modo per giocare insieme. Le persone che chiedono soldi vengono immediatamente allontanate e siamo parecchio rigidi sulla scelta dei soci di sesso femminile.”.
Se poi volete concedervi la trasgressione nel lusso più sfrenato, trainato dalla serie (in verità molto per educande) delle 50 Sfumature, L’agenzia di viaggio “Intimate Places” soddisfa i desideri dei clienti nudisti e scambisti. Offre una vacanza di lusso libera dal giudizio, adatta a chi ha una mentalità aperta e uno spirito avventuroso. Sono benvenuti single e coppie. Le destinazioni attuali sono “Caliente Caribe” in Repubblica Dominicana, “Desire Pearl Resort” e “Desire Resort Spa”, entrambi a Puerto Morelos in Messico, “Hedonism II” a Negril in Giamaica, “Hidden Beach Resort” sulla Riviera maya, “Sea Mountain Resort” a Hot Springs, “Spice Resort” di Lanzarote, “Temptation Resort Spa” a Cancun.

MAURIZIO DONINI

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks