Crisi della viabilità: deviazioni obbligatorie e aggravio dei tempi di guida per gli autotrasportatori

By on agosto 31, 2018

“In Italia occorre riflettere sulla carenza di alternative di viabilità, che rende tutto più complesso e
difficile, ingolfando strade la cui vocazione non è quella di assorbire un traffico veicolare e di mezzi
pesanti di tipo autostradale. E questo vale anche per le Marche, in particolare per il Sud della
regione, con una galleria autostradale chiusa”. E’ l’ulteriore nuovo grido di allarme del Portavoce
della CNA Trasporti di Fermo Emiliano Tomassini, che raccoglie le preoccupazione dei colleghi
del settore trasporti: “La criticità è sotto gli occhi di tutti e con i mezzi in ogni strada dei nostri centri
abitati, costieri e non. Questo porta ad una dilatazione dei tempi di percorrenza, che spesso
contrasta con gli obblighi di guida e di riposo: pochi chilometri esauriscono il periodo di guida
senza poter neppure parcheggiare il mezzo, come pure i tempi di impegno. Bene fanno i colleghi
autotrasportatori liguri a chiedere l’introduzione di una deroga, come possibile secondo le norme
europee e nazionali in vigore ”.
Appare opportuno che una tale possibilità venga anche richiesta per la situazione marchigiana, che sta
producendo ripercussioni anche sulla Statale Adriatica. Un intervento straordinario, secondo
Tomassini, che prosegue: “Si fa fatica a delimitare una tratta, in quanto l’estensione delle code
talvolta coinvolge l’intero percorso che va da San Benedetto del Tronto a Civitanova Marche, sia
viabilità ordinaria che autostradale. Uscire e rientrare dall’Autostrada crea inoltre impatti sulla
vivibilità dei luoghi, sulla sicurezza dei pedoni ed anche sul sistema turistico in generale”.
Per Emiliano Tomassini “un provvedimento generale sarebbe un segnale di attenzione ad un lavoro
che va purtroppo sotto i riflettori solo quando produce problemi, senza pensare che ogni giorno chi
guida un camion ha sempre una bella sfida davanti, da quella economica a quella logistica, da quella
del lavoro a quella della sicurezza, senza parlare dei costi vertiginosi, e in aumento, del gasolio”.
I dirigenti locali CNA Trasporti sono concordi nell’affermare che “Nessuna azienda oggi può
permettersi personale in eccedenza e doppi autisti e pertanto, tutelata la sicurezza di tutti, occorre
favorire lo svolgimento del lavoro con gli strumenti legali possibili che riconoscano l’eccezionalità
dell’evento per il periodo necessario alla normalizzazione delle strutture di viabilità”.

Fermo, 31 agosto 2018 L’Ufficio Stampa

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks