LE QUATTRO REGIONI CHE SPENDONO BENE IL LORO TEMPO

By on agosto 13, 2018

Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria unite per cooperare e dare fiducia al territorio
Abrex, Marchex, Tibex, Umbrex, in rigoroso ordine alfabetico, sono i Circuiti di
Credito commerciale di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, territori che hanno in
comune, tra loro, la positività e la negatività del nostro Bel Paese: queste regioni,
accumunate da comuni confini geografici nell’Italia centrale, dalla storia
ultramillenaria, dal verde poco conosciuto di boschi, riserve e parchi nazionali, dalla
fragilità del territorio colpito da alcuni tra i più disastrosi terremoti degli ultimi
vent’anni, hanno bisogno di un moto d’orgoglio!
Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria conservano un patrimonio culturale, storico
artistico e naturale continuamente da valorizzare e tutelare e, soprattutto, risorse
umane di alto valore che, tradotte in termini finanziari, aziende di notevole impatto
economico e sociale che, però, avrebbero bisogno di un sistema di aggregazione che
permetta di unire le loro risorse e donare nuova speranza a tutti.
E’ arrivato, dunque, il momento di destarsi e unire le forze!
In Italia da diversi anni esiste un sistema che permette di sostenere costantemente
la crescita e gli investimenti delle proprie aziende a costo zero, senza ricorrere al
credito bancario e, per questo, a zero interessi.
Anche Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria hanno messo a disposizione dei loro
territori e, soprattutto, delle loro aziende e professionisti, uno strumento che
permetta di unirsi e cooperare, avendo fiducia gli uni negli altri.
Si tratta di un nuovo strumento, quello dei Circuiti di Credito commerciale, che ha
generato milioni di euro di transazioni, ovvero di scambi di beni e servizi, uno
strumento che ha unito in un unico market-place migliaia di aziende e professionisti
riuscendo, così, a generare nuovo fatturato e a trovare nuovi clienti e nuovi
fornitori.
Questo sistema ha un vantaggio non da poco: risparmiare in liquidità, mantenere
quello che gli analisti di bilanci identificano come cash flow in continua positività,
permettendo, inoltre, di poter fare ulteriori acquisti utili alla propria attività,
programmare investimenti a breve e medio termine, realizzare azioni di marketing
più ficcanti per un rilancio aziendale, attraverso linee di credito senza costi e
interessi.

Lo strumento dei Circuito di Credito commerciale ha già permesso, fino ad oggi, ad
aziende e professionisti di poter lavorare su progetti comuni e di filiera, come ad
esempio il settore dell’edilizia e del turismo.
I Circuiti sono diventati, dunque, uno strumento di aggregazione non solo per le
aziende delle singole regioni, ma per le oltre 2000 aziende che ne fanno parte e che
ad oggi hanno scambiato beni e servizi per oltre 35 milioni di euro, ridando slancio e
forza alle economie delle varie regioni.
I Circuiti sono un’opportunità di crescita e una soluzione per tutte le aziende che vi
hanno aderito, sono divenuti quello strumento che ha permesso a molti di superare
in parte la crisi economica di questi ultimi anni, di poter tornare a progettare un
futuro, soprattutto in termini di investimenti aziendali.
La forza e l’eccezionalità dei Circuiti risiede nella facilità di far incontrare le aziende,
nel far attivare scambi commerciali che, in alternativa, non si sarebbero mai attivati
o avrebbero impiegato più tempo del previsto, nel generare capacità di creare
sinergie anche su progetti di più ampio respiro in grado di valorizzare al meglio il
potenziale di ogni azienda.
In Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, grazie ai Circuiti di Credito commerciali,
l’economia locale ha ripreso a circolare in maniera più veloce, ha ritrovato il giusto
slancio e, a voler essere retorici, si è svegliata da un sonno profondo, riattivando
tutti quei meccanismi legati agli scambi commerciali, da tempo sopiti a causa della
crisi economica.
Le aziende hanno ritrovato quella fiducia nel vendere e nell’acquistare ricevendo
quella linfa necessaria non solo all’interno dei circuiti, ma nel mercato euro
tradizionale.
Oggi, dunque, questi vantaggi si quadruplicano: grazie all’opportunità di Abrex,
Marchex, Umbrex e Tibex le aziende iscritte al proprio circuito regionale avranno la
possibilità di moltiplicare le proprie opportunità finora descritte, creando nuovi
business e nuove sinergie.
Che aspettate? Dopo le ferie, Abrex, Marchex, Tibex, Umbrex vi aspettano per il
definitivo rilancio delle nostre regioni!

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks