Inaugurati oggi a Jesi i due eventi d’arte della Rassegna “Ka

By on giugno 12, 2018

Sono stati inaugurati oggi, 11 giugno, gli eventi off di “Ka Nuovo Immaginario Migrante” a Jesi. Si tratta di due eventi d’arte, profondamente collegati al tema dell’erranza, delle migrazioni, della multiculturalità al centro della rassegna cinematografica.

 

In piazzale San Savino, fino al 24 giugno, è in affissione il manifesto d’artista “Orto cittadino” opera del collettivo toscano Guerrilla Spam; si tratta di un evento di arte urbana realizzato in collaborazione con USB Gallery, che dà l’immagine a questa edizione della rassegna ed insieme anteprima della mostra che si terrà dopo l’estate nella ‘homegallery’ di Jesi “USB Gallery”, il progetto espositivo della curatrice Annalisa Filonzi. Attraverso il linguaggio dell’affissione, nel grande poster di 6 metri per 3 gli artisti propongono in immagini un’idea nuova di umanità fatta dalla relazione tra diverse culture.

L’opera si intitola “Orto cittadino” proprio per sottolineare il fatto che una nuova idea di cittadinanza e convivenza culturale e sociale vada coltivata. Sul manifesto è rappresentato infatti un bosco di volti, un albero tipico per ogni Paese di provenienza maggiormente rappresentato dai nuovi cittadini della città di Jesi, con un fiume Esino che li abbraccia, ma che simboleggia anche, come tutti i fiumi, il movimento del viaggio e la messa in comunicazione delle diverse culture, come è sempre avvenuto fin dalle epoche più antiche. Non solo: il fiume è anche acqua, preziosa perché nutre e dona vita, una vita nuova in cui integrazione non vuol dire annullamento delle tradizioni, ma arricchimento per tutti.

Guerrilla Spam nasce nel novembre 2010 a Firenze come spontanea azione non autorizzata di attacchinaggio negli spazi urbani, senza un nome e un intento definito. Dal 2011 si susseguono numerosi lavori in strada in tutta Italia e all’estero, che mantengono un forte interesse per le tematiche sociali e per il rapporto tra individuo e spazio pubblico, prediligendo l’azione urbana illegale all’evento più ufficiale e autorizzato.

 

Fino al 31 agosto l’artista Giacomo Giovannetti espone “Provincia Meticcia” per Civicocinque, un nuovo spazio creativo, dinamico, aperto che nasce all’interno dei laboratori Tonidigrigio e Pepe Lab in Piazza della Repubblica. È una mostra di appunti visivi, con studi che l’autore genera nel suo lavoro quotidiano dove temi globali si mescolano ai limiti e alle virtù della provincia, del tessuto affettivo e dell’immaginario di luoghi che ospitando etnie diverse assumono semantiche più ampie e un respiro più evolutivo. Un gioco elaborato con spontaneità e purezza ma anche una sfida e una provocazione per chi non vuole sentirsi cittadino del mondo.

Ex allievo del maestro Concetto Pozzati, poi diplomato presso la scuola Aspic di Roma in Arte-terapie e counseling espressivo, Giacomo Giovannetti da sempre intreccia l’attività didattica a quella grafico-espressiva. Vive la sua esperienza artistica con una visione includente ed interculturale che ripropone nelle sue opere. Dal 2011 porta avanti il progetto creativo e marchio di abbigliamento Upupa&Colibri.

 

Ka – Nuovo Immaginario Migrante” si svolge a Jesi dal 12 al 16 giugno e a Senigallia il 27 giugno con appuntamenti di cinema d’autore, docu-film, cortometraggi d’animazione, eventi con artisti ed ospiti internazionali, tra cui sarà lo scrittore Erri De Luca. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.

La Rassegna è promossa da associazione culturale PEPE LAB e associazione di donne straniere ACADS, insieme ad un’ampia rete regionale e nazionale di realtà culturali e organizzazioni della diaspora.

Info e contatti:

Pepe Lab a.c. / Piazza della Repubblica, 5 / Jesi (AN)

+39 0731.712941 / info@pepelab.org

 

Programma completo e in continuo aggiornamento su

ka.pepelab.org e facebook.com/KaNuovoImmaginarioMigrante

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks