Due lampi piegano il Falconara, il cinico Statte fa bottino pieno al PalaBadiali

By on febbraio 5, 2018

Un Città di Falconara malandato per gli acciacchi di Lidu e Luciani va a sbattere contro il muro del Real Statte, cinico quanto basta a capitalizzare le occasioni e a far sua l’intera posta in palio. Citizens penalizzate ulteriormente da un arbitraggio mediocre condito da episodi parecchio discutibili che aggiungono rabbia al rammarico. Si parte con Luciani fasciata per un dolore al ginocchio. Il capitano resta eroicamente in campo per quasi tutta la partita ma la verve non è dei giorni migliori. Manca anche Sevilla, squalificata dopo il giallo rimediato mercoledì a Terni. Tra le pugliesi, stessa sorte per Duco. Pronti, via e si capisce subito che superare Margarito non sarà impresa facile. Il portiere pugliese è autrice al 2’ di due strepitose parate in successione prima sulla conclusione di Luciani e, nel prosieguo, su Lidu a botta sicura. Al 13’ Marcella è sfortunata: solo palo per lei. Al 17’ Lidu, dopo uno scontro di gioco regolare, si infortuna al ginocchio ed è costretta a uscire. Salterà tutta la partita salvo, zoppicante, i minuti dell’assalto finale. Con lo Statte al quinto fallo, gli arbitri sorvolano su numerose azioni fallose che avrebbero consentito alle Citizens il tiro libero. Solare una tirata per la maglia ai danni di Sofia Luciani. Il tempo sembra scorrere e reti inviolate ma a 30 secondi dal termine la doccia fredda. Ripartenza micidiale dello Statte e Mansueto batte Brugnoni in diagonale.

 

Nella ripresa ricomincia la pressione delle falconaresi alla caccia del pareggio. Ci provano in serie Shai (fuori di poco), Luciani in diagonale (para Margarito). Poi è la volta di Pascual, fuori misura e ancora Shai. Margarito sembra imbattibile. L’1-1 arriva sull’ennesimo tiro di Shai: Margarito para ma nella corsa Ion infila la propria porta sulla ribattuta. Statte molto attento in difesa e velocissimo in contropiede. Brugnoni compie il miracolo di giornata a tu per tu con Mansueto al 13’. A pochi secondi dal 17’ l’episodio più contestato della partita. Shai, lanciata in porta, cerca di dribblare il portiere avversario. Margarito le si oppone e con una mano le toglie la palla. Fuori area. Dalla tribuna ci si attende punizione ed espulsione del portiere ma per i fischietti è tutto regolare. Dieci secondi dopo arriva la rete dello Statte: azione corale e veloce in ripartenza, Mansueto fa la sponda per Ion che insacca nonostante la rincorsa disperata della difesa falconarese. A quel punto Neri prova con Marcella portiere di movimento. L’assalto finale è condito da un altro episodio dubbio in area pugliese con Margarito a rovinare su Marcella. Nonostante le proteste marchigiane, per la coppia arbitrale è tutto regolare. Al di là delle recriminazioni, un risultato che penalizza oltre misura il Città di Falconara che, al cospetto di un buona squadra come il Real Statte, ha dimostrato ancora una volta il proprio valore.

 

TABELLINO

Città di Falconara 1

Real Statte 2

 

Città di Falconara: Brugnoni, Lidu, Pascual, Shai, Luciani, Scaloni, Rossi, Marcella, Ferrara, Bernotti. All. Neri.
Real Statte: Margarito, Pereira, Pegue, Mansueto, Oliveira, Russo, Ion, Marangione, Maione, Pordenoni. All. Marzella.

Arbitri: Mavaro (Parma) e Mestieri (Finale Emilia). Crono: Alessandroni (Ancona).

Reti: 19’30” p.t. Mansueto (S), 6′ s.t. aut. Ion (F), 17′ Ion (S).

Note: ammonite Pegue (S), Shai (F), Pereira (S). 

You must be logged in to post a comment Login

How To Get Rid Of Stretch Marks