Le nuove frontiere del sesso – Cuckold e club privè un perfetto connubio

Il grande scrittore Paulo Coelho nel suo libro “Il vincitore è solo” racconta la storia di una coppia,
Igor e Ewa, ad un certo punto del romanzo Igor viene a sapere del tradimento della moglie. La cosa
lo sconvolge, ma nel contempo si scopre terribilmente eccitato all’idea della propria moglie
penetrata da un altro uomo. La cosa lo lascia pieno di dubbi e sensazioni, la rabbia del tradimento
si mescola al piacere dell’immagine della propria consorte che fa sesso con un altro. La vicenda lo
riempie di sentimenti contrastanti, non capisce come può unire il furore al piacere, come possa
piacergli questa idea, inizia a pensare di non essere normale del tutto, ma poi si trova a parlare in
gruppo con altri amici. Igor scopre che parlando dell’argomento, dopo qualche tentennamento,
sono in molti a confessare di avere la fantasia di vedere la propria moglie penetrata da un altro
uomo, la cosa lo risolleva e lo fa sentire nuovamente normale.
Il fenomeno viene denominato cuckoldismo e mutua il nome dal termine inglese 'Cuckoldism'
(Candaulesimo in italiano, Candaulisme in francese), indicando la pratica o fantasia umana di tipo
sessuale con la quale il soggetto (il Cuckold) prova soddisfacimento nell'esporre le nudità del
partner (cd. ‘Hot Wife’) al voyeurismo altrui; ancor di più a vederla fare sesso con un altro uomo se
non più assieme. Un fenomeno che affonda le radici nell’antichità, ma che i tempi moderni hanno
sdoganato rendendo questa pratica accettata e praticata sempre di più. Stando a PornHub si è
avuta una crescita in tre anni del 57% nelle ricerche, cosa che pone il cuckoldismo nella top 100
dei più cercati sul sito con una media di 1,75 milioni di ricerche al mese, con una predominanza
nella fascia degli uomini di età compresa tra i 45 e i 64 anni.
Quali sono le cause scatenanti del cuckoldismo? Se per la donna ci può essere il piacere di provare
qualcosa di nuovo, di andare con un altro uomo e di farlo trasgressivamente, senza doversi
nascondere, con il consenso del proprio uomo, magari addirittura partecipe come voyeur, per
l’uomo quali sono le molle che lo spingono a concedere la propria donna ad altri uomini? Da
sempre l’uomo tradito dalla propria donna, viene deriso e vilipeso. Nella nuova veste di cuckold
diviene invece il protagonista centrale del gioco, è lui che concede la sua sposa, e se viene deriso
ed umiliato il suo piacere aumenta, è pratica comune che sia proprio il cuckold a chiederlo. Poi c’è
l’aspetto narcisistico, avere una compagna bella, saperla desiderata, contesa, corteggiata, magari
la concedi, ma comunque rimane tua e gli altri ti invidiano. Può sembrare strano, ma uno dei
fondamenti del cuckoldismo è che l’uomo è profondamente innamorato della propria donna.
Scambiare il proprio partner vuol dire tradirlo? Assolutamente no, questa è la risposta netta e
decisa delle coppie che hanno partecipato al sondaggio lanciato da prive-advisor. Non si tratta di
gelosia, o di tradimento, ma di condivisione, il gioco è inserito nella complicità della coppia, l’uomo
sa che è tutto confinato nell’arco sessuale senza coinvolgimenti sentimentali. Il tradimento
avviene quando andare con un altro uomo o un’altra donna viene fatto di nascosto dal proprio
compagno o dalla propria compagna – esattamente quello che fanno molte coppie che si
proclamano “non swinger” ma che poi mettono le corna di nascosto al proprio partner.
Luogo privilegiato per fare incontri e sperimentare questa fantasia è sicuramente il club privè,
dove vigono regole ben precise e si richiedono comportamenti corretti in luoghi sicuri, e il
consenso è la prima norma da rispettare. La regione Lombardia si conferma la regione in cui il
popolo trasgressivo fa da padrone (dato confermato anche dal numero altissimo di Club Privè

presente sia nella città meneghina che in tutta la regione). Al secondo posto troviamo il Veneto ed
a seguire, a pari merito, Sicilia e Lazio. Come siamo messi rispetto agli altri Paesi europei? I dati
italiani in confronto con i dati europei: lo scambio di coppia nasce in Francia per poi diffondersi a
poco a poco anche negli altri paesi europei (in Germania ed in Spagna è un fenomeno molto
diffuso) una moda che si è diffusa in Europa sin dai primi anni ’90, ma in Italia soltanto di recente
ha preso piede. Gli stessi Club Privè da luoghi riservati e poco frequentati sono diventati un
fenomeno sempre più di massa, moltiplicandosi a macchia d’olio e divenendo, in alcuni casi, molto
simili a delle discoteche, dove alcune coppie fanno da P.R., altre coppie vanno lì semplicemente
per ballare e bere.
MAURIZIO DONINI