Vera ripresa con vere riforme: l’artigianato c’è

Taglio del nastro a Senigallia per “Ars in Genium”: 7 giorni di incontri organizzati da Confartigianato AN-PU.

Protagonista il Presidente Granelli, accanto a UNivPM e Regione Marche

“Non illudiamoci di agganciare la ripresa soltanto con il denaro del PNRR che ci arriva dall’Europa. Vanno
realizzate, davvero, quelle che vorrei quasi definire ‘rivoluzioni indispensabili ad eliminare gli storici
ostacoli allo sviluppo del Paese. Siamo qui oggi per iniziare a parlarne sul serio, insieme”. È il messaggio
forte con cui Marco Granelli, Presidente di Confartigianato, ha lanciato ufficialmente Ars in genium – La
Settimana dell’Artigianato e delle Micro e Piccole Imprese, che si terrà alla Rotonda di Senigallia fino al 3
ottobre. A confrontarsi con lui nel vivace talk show di apertura della kermesse, il Presidente di
Confartigianato Ancona-Pesaro e Urbino, Graziano Sabbatini, il Segretario Marco Pierpaoli, il Vice
Presidente della Giunta Regionale con delega allo Sviluppo Economico, Mirco Carloni, e il Magnifico
Rettore dell’UnivPM Gian Luca Gregori, con i saluti istituzionali iniziali del Presidente della Regione
Marche, Francesco Acquaroli, del Prefetto di Ancona Darco Pellos e del Sindaco di Senigallia, Massimo
Olivetti.
“Abbiamo deciso di lanciare questa iniziativa perché consapevoli che questo è un momento storico di
ripresa ma anche di criticità per le nostre aziende – ha dichiarato Sabbatini – in tv si parla troppo di grandi
aziende che licenziano con un sms e troppo poco di attività come le nostre che cercano disperatamente
lavoratori formati, perché le nostre imprese si sono evolute, hanno bisogno di personale specializzato.
L’impennata dei costi delle materie prime è un altro grande tema. La Settimana dell’Artigianato sarà
l’occasione per cercare soluzioni nuove, di concerto con la Politica e le Istituzioni. Vogliamo superare il
dualismo tra grandi e piccole imprese: abbiamo bisogno gli uni degli altri. E’ questo che rende grandi le
piccole imprese, e quelle grandi ancora più grandi”.
“L’obiettivo di questi sette giorni di incontri e confronti è tornare a far sì che sia bello e conveniente fare
l’artigiano – ha confermato durante il talk il Segretario Pierpaoli – se abbiamo a cuore il futuro del Paese
dobbiamo ragionare su un artigianato differente, che non è solo quello del fare le cose con le mani.
Operiamo in tutti i settori, abbiamo personale e tecnologia evolute, collaboriamo con le Università,
facciamo ricerca. Siamo pronti al futuro, ma abbiamo bisogno che il contesto politico, economico e sociale
sia di nuovo favorevole al fare impresa. Un esempio: il reddito di cittadinanza. Provvedimento giusto nei
principi, ma che ha fallito sul fronte delle politiche attive del lavoro. Bene come misura emergenziale, non
se strutturale, perché – ha spiegato Pierpaoli – rischia di creare un mercato drogato. Ecco allora il tema
della formazione continua; ecco il rapporto con UNivPM, in cui crediamo da sempre; ecco perché in questi
giorni realizzeremo focus su giovani, creatività, innovazione. Ci confronteremo su temi sociali, sulle
politiche attive del lavoro, sulle pensioni minime. Rimettiamo le imprese al centro del Paese”.
“Contiamo molto sul proficuo dialogo che abbiamo stretto in questi mesi con Confartigianato AN-PU, e con
il Rettore dell’UNivPM Gian Luca Gregori, che io definisco il nostro Mancini degli Accademici – ha rilanciato
l’Assessore Carloni – la politica non può e non deve essere la sola a progettare il futuro. Avevamo bisogno
di ritrovarci attorno a un tavolo e imbastire nuovi modelli relazionali, per questo la Regione ha scelto di
presenziare a tutti gli appuntamenti della Settimana dell’Artigianato a Senigallia. Siamo qui per disegnare
insieme un modello economico aggregato che sia di riferimento per tutti, in cui l’artigianato abbia un
ruolo centrale, affinché le micro e piccole imprese possano riuscire a entrare in mercati ad alto valore
aggiunto. L’obiettivo del nostro Governo regionale è rifinanziare i centri artigianali, superare

l’assistenzialismo, ridare vera dignità al lavoro. La Regione c’è: con Confartigianato parliamo la stessa
lingua, ha ribadito Carloni.

“Il futuro del Sistema Italia passa attraverso l’aiutare le micro e piccole imprese a dotarsi di strumenti
adeguati per competere nel contesto in cui sono calate, nel segno della sostenibilità, tra formazione e
innovazione – ha spiegato il Magnifico Rettore Gregori – dobbiamo accompagnare gli imprenditori oltre i
vecchi schemi. Il titolo della settimana è in tal senso volutamente provocatorio – ha rivelato il docente
durante il talk show – accanto alla frase artigianato e piccole e medie imprese abbiamo messo un punto
interrogativo: perché? Perché questa equazione – artigiano uguale piccole dimensioni – non è più detto
che sia corretta. Il numero degli addetti come parametro è ormai limitativo quando si ragiona di artigianato,
se pensiamo al digitale, alla sostenibilità, all’innovazione tecnologica. Occorre un approccio operativo a
questi temi”.
Sette giorni, 4 convegni, 25 relatori, una mostra e un libro dedicati. Per parlare di ripartenza, tra nuove
opportunità e vecchie criticità. Questi i numeri e gli obiettivi di Ars in Genium. Dettagli su temi, ospiti e orari
delle giornate saranno consultabili sul sito www.confartigianatoimprese.net . Per seguire gli eventi in
presenza basterà prenotarsi sul Sito dell’Associazione compilando un apposito modello. Tutti gli incontri
saranno trasmessi anche in diretta Facebook sulle pagine di Confartigianato AN-PU e de “La Via Maestra”.
All’interno della Rotonda sarà allestita una Mostra di capolavori dell’artigianato Artistico visitabile
gratuitamente con esibizione di green pass dal 28/9 al 3/10 (orari 10-13 e 15-19:30).