Le nuove frontiere del sesso- Mathis massaggiatore relax per coppie

Ciao Mathis, massaggiatore a Bologna. Vuoi iniziare a raccontare come è capitato che hai deciso di
diventare, e farne una professione?
E’ stato negli effetti casuale. Avevo un’azienda, ma a un certo punto della mia vita ho capito che non mi
sentivo soddisfatto, c’era qualcosa di sbagliato. Ne parlai con la mia compagna di allora, e lei mi disse: “Ma
allora, se è questo che vuoi, perché non lo fai?”. A quel punto ho chiuso l’impresa e mi sono iscritto a un
corso di massaggi, è iniziato tutto così e da quel momento non ho più smesso, scoprendo che questa attività
mi piaceva tantissimo. Tieni presente che io ho sempre avuto un eccellente rapporto con la sessualità e la
psiche, prima di questo, per qualche anno, ho fatto l’accompagnatore.
Hai fatto corsi per fare il massaggiatore?
Premetto che in Italia per fare il massaggiatore olistico non è richiesta nessuna abilitazione specifica, non
esiste un diploma riconosciuto o una professione definita in tale senso. A parte il massaggio sportivo che ha
regole e norme ben precise ovviamente. Poi esistono le figure di fisioterapista ed estetista, ma parliamo di
cose diverse. Tornando a noi, per i primi 3 anni ho fatto massaggi e basta, poi mi sono iscritto a una
masterclass in cui ho imparato una decina di diversi tipi di massaggio. In seguito ho seguito altri 3 corsi, ma
onestamente devo dire che quello che impari nei corsi è la meccanicità del massaggio. Ritengo che i
massaggi siano questione di sensibilità, di empatia, di avere mani molto calde e un’ottima conoscenza del
corpo umano. Il massaggio olistico non è fatto “per curare” problemi fisici, malattie, postura o altro, il fine è
il rilassamento profondo e un benessere psico fisico. I massaggi sportivi e curativi sono normati per legge e
non li possiamo assolutamente fare. Per concludere il discorso corsi, negli anni ho conseguito una decina di
attestati, parliamo di corsi di un paio di giorni dove puoi imparare quindi molto poco, ma che sono la base
per una persona curiosa e volta al miglioramento professionale e alla crescita personale.
Quindi niente contratture e/o distorsioni ad esempio?
No, in questi casi consiglio piuttosto un fisioterapista o di rivedere l’alimentazione e curare l’integrazione
che molto spesso sono la vera causa non l’effetto. Chi viene da me cerca un’ora di relax, e a volte, anche di
sessualità.
Infatti, in questa rubrica parliamo di sesso, ed è in questo filone che si inserisce la tua attività. Ho letto
tante cose sull’argomento, parliamo di tantra e yoni giusto?
Tantra, Yoni, Lingam, Tantra rosso, ma sfatiamo un luogo comune, il massaggio tantra inteso come tale
non esiste. Si parla di una disciplina, di un percorso tantra, nel nostro caso si parla più correttamente di
body massage. Il tantra in realtà si fa di coppia, ci sarebbero le posizioni dell’amore, si può arrivare alla
penetrazione abbracciati. Viene chiamato massaggio tantra perché viene fatto da nudi, ma la cosa più
piacevole è che alla fine c’è una delicata masturbazione dopo un abbondante abbandono e rilassamento
fisico, che possiamo chiamare tantra, yoni o lingam, come si preferisce. La filosofia è quella di fare rilassare
il corpo aprendo i sette chakra arrivando poi a concludere la sessione con una masturbazione yoni o lingam.
Bene, direi che hai fatto un quadro abbastanza completo.
In realtà io non faccio solo questo, la base è un massaggio rilassante su futon a terra, si inizia con lenti e
profondi movimenti su nuca schiena braccia e gambe, si può chiedere anche, linfodrenante, ayurveda con
oli ed essenze profumate, lomy lomy o altro. Io non faccio solo massaggi molto spesso mi spingo su
richiesta oltre… Con gli uomini faccio massaggio e una masturbazione lingam, mentre con le donne, in
aggiunta, alla fine ci può essere anche un rapporto sessuale completo.
Chiaro, mettiamo io voglia venire qui, ma non me la senta di andare oltre un certo limite, almeno
all’inizio, posso avere solo e semplicemente un massaggio?

Sinceramente non mi è mai capitato, io ho fatto migliaia di massaggi in 8 anni. Di tutte queste persone
posso dirti che di uomini che non mi hanno chiesto la masturbazione ne ho avuti 1% e di donne un 20% di
coppie scendiamo al 10%. Sinceramente penso che chi mi sceglie voglia potere, se se la sente andare un
poco oltre e a volte osare di più sapendo che troverà un professionista, colto, educato, rispettoso, sensibile.
Bene, era solo per far sapere che se uno volesse provare solo il massaggio puro e semplice, questo
rientra nelle possibilità.
Certamente, è difficile perché il massaggio è talmente eccitante, che alla fine ti viene naturale volere un
finale come si deve. Piuttosto spesso capita che è l’uomo che telefona e mi dice: “Vorrei regalare un
massaggio a mia moglie”, perché nella mente maschile c’è l’idea, la fantasia di fare sesso a tre o comunque
vedere tua moglie che lo fa con un altro, questo lo riscontro praticamente in moltissime coppie. Quello che
rispondo sempre è che non ci deve essere una forzatura, se la donna non vuole fare niente non si fa niente,
si arriva dove vuole lei. Bisogna anche capire che la violenza è un sottile limite tra il volere e il non volere e
merita la massima attenzione e il massimo rispetto (un no o un non me la sento, se forzato, è una violenza).
Qui da me vengono coppie dai 20 ai 70 anni, tutte cercano una qualche maniera di trasgressione, chi in un
modo, chi nell’altro, anche se spesso sono gli uomini a spingere perché sono abituati a osare di più , anche
se devo constatare che negli anni la consapevolezza delle donne è molto aumentata e oggi le donne che mi
contattano nonostante l’imbarazzo iniziale sono molto determinate nella ricerca del piacere e nello scoprire
il loro corpo e le loro fantasie.
Penso che dipenda anche dai cliché della società, se l’uomo ha delle fantasie è figo, se la donna le
esprime viene giudicata in una certa maniera. Viviamo in una società maschilista e bigotta ancora.
La sessualità nella mentalità maschile è molto pornografica, è vero che negli ultimi anni le donne si sono
aperte molto di più e si sentono libere di esprimersi. Molte vengono qui chiedendo di fermarsi alla
masturbazione all’inizio, ma se tornano, poi ti dicono molto spesso di andare oltre, che vogliono provare,
che sono curiose, che lo desiderano. Per quanto riguarda le coppie ce ne sono di 3-4 tipi: la prima è quella
che vuole un momento soft, ti dicono “Guarda, noi non abbiamo mai fatto niente fuori dalla nostra intimità,
ci basterebbe stare di fianco nudi”; in questi casi, se capisco che questa è la loro volontà, io finisco il
massaggio e spesso, quando comunque li vedo eccitati alla fine del massaggio, li lascio soli una decina di
minuti per finire in serenità, nella loro intimità. Altre volte mi hanno chiesto di fermarmi a guardarli mentre
lo facevano; altra modalità mi hanno chiesto di farlo con la moglie mentre il marito guardava; infine mi è
capitato di farlo in 3 o in 4. Non c’è una regola definita, l’importante è che la coppia stia bene, che non ci
siano forzature tra di loro e che ci sia il massimo rispetto di tutti, tenendo a mente che una fantasia per
avverarsi non deve essere fatta frettolosamente, spesso ci vogliono degli step per raggiungerla, dialogo tra
le parti e una grande affinità mentale soprattutto.
Mi pare un eccellente approccio, anche le recensioni che ci sono sul tuo sito lo confermano.
Io non tocco mai le parti intime durante tutto il massaggio, mentre massaggio in alcuni passaggi c’è
comunque contatto fisico anche sulle parti intime ma della mia gamba che viene messa in mezzo a quella
del cliente per alzare un poco i glutei e rendere più liscia la schiena durante il massaggio alle braccia e alla
schiena. Per quanto riguarda le recensioni ne trovi 200, un migliaio di coppie che ho conosciuto alla fine
sono il 20% che lasciano una recensione.
Casi particolari? Coppie di uomini o donne?
Mi è capitato 2-3 volte sia con gli uni che con le altre. Le donne erano due amiche che hanno voluto un
massaggio separato, una ha guardato l’altra. La coppia di uomini era due gay, oltretutto gelosissimi, è
stato anche divertente per questo. In genere la mia clientela è fatta di coppie stabili con molti anni di
matrimoni sulle spalle, che vogliono rompere la routine, senza per questo dovere andare in un club privé. In

quei locali ti esponi, qui da me invece sai che fai quello che vuoi, nessuno ti disturba, non ci sono forzature,
esci e sai che io sono rispetto al 100% la privacy altrui. Successivamente capita che mi messaggino o mi
mandino foto, in genere si stabilisce un rapporto molto carino. Altre volte mi mandano le foto prima, ma è
una cosa che non chiedo e non mi interessa, non guardo se una coppia è bella o brutta, magra o grassa,
non ho mai mandato via nessuno, io amo dare piacere in tutte le forme, questa è una mission per me!!
Ti è mai capitato che ti chiedessero un incontro conoscitivo prima?
Una o due volte, non è cosa che gradisco, ma quelle rarissime volte ho acconsentito. A volte mi chiedono la
foto del viso, ma non è proprio corretto, quando prenoti un massaggio non chiedi la foto del
massaggiatore, che è quello che sono e di cui ci sono già tantissime foto e tante recensioni.
Quindi uno può tranquillamente scegliere di fare solo un massaggio senza “aggiunte”?
Assolutamente sì. Molte coppie mi hanno raccontato di esperienze in cui il massaggiatore, sicuramente
improvvisato e arrapato di suo, dopo 15/20 minuti, era già a toccare le parti intime (cosa che ritengo molto
grave e imbarazzante). Io non le tocco ma le parti intime se non espressamente richiesto. Quando arriva
una coppia inesperta mi assicuro sempre che si capisca bene cosa fare, un conto è la fantasia giochiamo in
3… un conto è giocare in 3… Ripeto mai forzare!!
In effetti a volte la realtà può essere peggiore della fantasia, o magari anche migliore, non solo in campo
sessuale ovviamente.
Sai, magari all’uomo piace l’idea di farlo a 3 (e magari come fantasia anche alla donna), ma poi nella realtà
i fattori emozionali sono tanti e complessi e non va mai dato per scontato nulla. Una cosa che ho notato è
che ci sono pochi preliminari da parte degli uomini, non c’è la cultura del preliminare maschile, la sessualità
è molto incentrata sul piacere dell’uomo nella cultura moderna. La donna è molto diversa dall’uomo, la sua
sessualità è molto cerebrale, i tempi di eccitazione, di relax, gli aspetti emozionali sono molto diversi da
quelli dell’uomo. Una buona parte degli uomini fa poco preliminare, pochi baci e passa alla penetrazione.
Ne parlavo l’altro giorno con due miei clienti, non siamo più abituati a toccarci con gentilezza e soprattutto
le donne, ma non solo, ne avrebbero veramente bisogni. Riscoprire i sensi, il proprio corpo, la propria mente
e coordinarli per raggiungere un piacere ed un benessere profondo e intenso.
Se ti chiedono un massaggio di coppia come fai? Ti avvali di un aiutante?
Solitamente no, loro si sdraiano uno a fianco dell’altra, nudi, io resto in slip per evitare ogni forma di
imbarazzo. Nel 90% dei casi massaggio mi chiedono di massaggiare solo la donna, in rari casi mi chiedono
un massaggio a 4 mani, in questo caso chiamo un’amica massaggiatrice che se ne occupa.
Quindi a 4 mani su un cliente?
Capita raramente, ma non lo consiglio. Tu puoi anche essere bravissimo, ma in due massaggiatori si hanno
ritmi e sensibilità diverse, io personalmente non lo sconsiglio. Nella decisionalità di provare l’uomo di solito
è diretto e sicuro, chiama, si accorda, dopo un’oretta è qui. La donna è molto più metodica, fa tante
domande, approfondisce più che può tutti gli aspetti che la preoccupano, ha sicuramente più bisogno di
essere rassicurata, ma anche di capire con chi ha a che fare, una donna sola con un uomo mai visto non è
una scelta facile soprattutto di questi tempi. Difficilmente decide subito, ci pensa a volte ti richiama a volte
prenota con sms. Capita anche che mi chiamino a casa loro sia coppie sia donne soprattutto. L’età media di
chi mi contatta è tra 35/65 anni, per le donne dai 40/55 e per gli uomini dai 30 ai 70. Non ricevo ragazzini
giovani 18/25 secondo me non sono adatti ad un’esperienza cosi…
Leggevo che chi chiama un massaggiatore a casa è per sentirsi più a suo agio in un ambiente che
conosce.

E’ vero, ma non è vero. Su questo potrei scriverci un libro, in questo settore, di massaggiatori “trasgressivi”
ce ne sono pochissimi, e una buona parte sono gay, quindi le coppie come scelta possono scegliere bei
singoli su siti di scambismo, ma non sono massaggiatori, oppure qualche massaggiatore trasgressivo
professionista dove la privacy e tutto il resto dovrebbero essere garantite. Perché anche la location ha la
sua importanza e a volte, le case dove faccio il massaggio dal cliente magari sono fredde d’inverno o troppo
calde d’estate, a volte poco accoglienti, il mio consiglio è che l’ambiente sia pulito, confortevole e molto
accogliente, che le luci siano basse e magari ci sia qualche profumo nell’aria, se volete vivere questa
esperienza al meglio. Questo è quello che troverete da me: tutto pulitissimo, sanificato, piacevole, caldo
d’inverno e fresco d’estate, teli sempre cambiati, musica e luci di sottofondo, un’ottima base per il relax.
Lavorando da casa se non hai queste accortezze dopo qualche tempo ti trovi disoccupato, vivere una bella
esperienza di questo tipo, è viverla a 360° e l’ambiente è importantissimo per me e per voi.
Al giorno d’oggi si lavora e ci si fa una reputazione con il passaparola.
Una gran parte del mio lavoro arriva da siti specializzati su escort e massaggi riguardo i singoli. Le coppie e
le donne mi arrivano in gran parte dal sito Rossomassaggi, dove puoi leggere anche le mie recensioni e
vedere tante foto.
Se dovessimo dare un consiglio, chi dovrebbe rivolgersi a Mathis per un massaggio?
Donne che hanno una consapevolezza di quello che vogliono, donne che amano il massaggio profondo o il
tantra, donne spirituali e olistiche, donne che desiderano riscoprirsi, che magari hanno avuto difficili
rapporti con la sessualità, con il loro corpo, ma anche donne con poche esperienze o insicure.
Coppie che amano il nudismo e il massaggio, coppie in cerca di nuove esperienze, coppie navigate ma solide
che vogliono mettere un poco di pepe sul rapporto, coppie che vogliono focalizzare il piacere sulla lei o sul
lui, coppie soft che vogliono una trasgressione platonica, coppie che vogliano sperimentare giochi o
fantasie. Uomini che amano il massaggio, ma anche trasgressivi, curiosi, inesperti, frettolosi, cerebrali,
come ho già detto per l’uomo è più facile la scelta.
E’ proprio un percorso quello che si fa con il tantra.
Ho avuto coppie che le prime volte tenevano l’asciugamano, l’intimo, poi pian piano si è arrivati, magari
alla quindicesima volta, alla masturbazione. Le donne a volte si pongono anche il problema “Se godo
davanti al mio uomo, più che con lui, magari ci rimane male”.
Quindi una donna, volendo, può anche tenersi la biancheria intima, gli slip?
Assolutamente sì! Il mio massaggio è fatto tutto di pancia, con la schiena rivolta verso di me, ribadisco che
io non tocco mai le parti intime, se non espressamente richiesto. Io “consiglio”, quando massaggio i glutei,
di togliere gli slip, ma altre volte preferiscono solo abbassare l’elastico, no problem. Nel tempo si stabilisce
anche un rapporto di amicizia, quindi può succedere che mi chiedano di realizzare fantasie particolari come
una dominazione soft, essere bendati, cose molto easy.
Bene, per concludere, vuoi aggiungere qualcosa?
Che io faccio questo mestiere con grandissima passione, con tanto rispetto e professionalità, pulizia ed
educazione. Il massaggio è fatto veramente bene con empatia e calore umano. La mia filosofia è vivi oggi
intensamente perché del domani non c’è certezza…. Se poi un giorno verrai a provare, lo scoprirai di
persona.
MAURIZIO DONINI