CNA Terr.le Fermo: Paolo Mattiozzi Presidente regionale del comparto Calzature e Pelletterie di CNA Federmoda

Rinnovo degli organismi dirigenti per i mestieri della Moda di CNA Marche. Paolo Mattiozzi
(Studio Immagine srl di Porto Sant’Elpidio) è il nuovo Presidente regionale del comparto
“Calzature e Pelletterie” della CNA Federmoda. Andrà ad affiancare Doriana Marini (Dienpi srl di
San Benedetto del Tronto) riconfermata alla Presidenza organizzativa dell’Unione CNA Federmoda
Marche, alla quale è stata affidata anche la presidenza del settore “Lavorazioni di filati e tessuti,
confezioni maglieria e accessori”.
Ecco dunque l’esito dell’assemblea elettiva regionale dello scorso mercoledì 28 luglio: focus
dell’iniziativa, svoltasi da remoto, il futuro della moda nelle Marche, con gli interventi del Presidente
della CNA Marche e della CCIAA Marche Gino Sabatini, del responsabile nazionale di CNA
Federmoda Antonio Franceschini, che ha fatto il punto sul documento da inviare al Ministero per lo
Sviluppo Economico con gli interventi per il settore moda da inserire nel PNNR; della dottoressa
Stefania Bussoletti, dirigente regionale del Servizio Attività produttive, riguardo il supporto della
Regione Marche all’internazionalizzazione e alla specializzazione intelligente nel settore moda; di
Doriana Marini, presidente CNA Federmoda Marche, che ha presentato le richieste e le necessità del
sistema moda marchigiano.
“E’ fondamentale salvaguardare il settore – commenta Paolo Mattiozzi – attraverso un’attenzione
specifica nella richiesta sia di politiche passive, quali la proroga della cassa integrazione, la proroga
delle moratorie sui mutui, la riduzione del cuneo fiscale, l’istituzione della Zes, le politiche dell’area
di crisi, ma soprattutto nella richiesta di politiche attive. Chiediamo di non sprecare l’occasione delle
risorse a disposizione con il PNRR inserendo misure specifiche per lo sviluppo della manifattura
italiana, soprattutto quella d’eccellenza marchigiana. CNA Federmoda Marche – dice – chiede la
massima attenzione da porre alla dimensione dell’impresa: le risorse a disposizione sono cospicue,
ma la strutturazione deve essere a misura della piccola impresa, quella maggiormente diffusa nel
nostro Paese”.
“E’ stato un momento di condivisione di tematiche importanti – commenta il Direttore Generale
CNA Fermo e responsabile Federmoda per Fermo e Macerata Alessandro Migliore – rispetto
alle necessità di un settore che ha dato tanto alle Marche ma che rischia, senza politiche mirate, di
perdere pezzi importanti. E’ stata l’occasione per fare il punto anche sul percorso di collaborazione
tra la Cna e la Regione, soprattutto in merito alle politiche di sviluppo sull’internazionalizzazione e
sulla specializzazione intelligente. L’ascolto delle associazioni di rappresentanza è alla base di una
programmazione efficiente e la cabina di regia coordinata dall’ente camerale delle Marche sta
dimostrando come questa sia la strada giusta da seguire”.
Fermo, 31 luglio 2021 L’Ufficio Stampa