Videx Rosa: prove di ripartenza

La formazione ammiraglia del movimento pallavolistico femminile grottese è tornata a lavoro
in attesa di novità importanti sul fronte Campionato.
Pronte a ripartire per una stagione inedita, stravolta ed impronosticabile: è questo lo stato d’animo
che avvolge il mondo della Videx Rosa. La formazione femminile di punta dell’Universo M&G è
infatti ai nastri di partenza per una nuova avventura nel campionato regionale di serie C.
La squadra guidata da coach Claudio Bonini, dopo lo stop forzato di metà ottobre, è finalmente
tornata a lavorare in palestra lo scorso 15 gennaio. Allenamenti in gruppi da cinque, a ranghi ridotti,
per favorire un graduale ritorno all’attività agonistica adottando tutte le necessarie precauzioni del
momento. Uno sforzo di lungimiranza per provare a programmare una stagione che attende ancora i
crismi dell’ufficialità per poter decollare in maniera definitiva: “Siamo ripartiti in un clima molto
particolare. Non è facile stilare un programma di lavoro in un contesto non ancora ben definito,
oltretutto con i rischi che ben conosciamo – ha dichiarato coach Bonini – E’ un peccato perché
stiamo lavorando molto bene con un gruppo veramente valido, attrezzato in ogni reparto e che sta
riservando sorprese ancor maggiori di quelle auspicate.”
Adrenalina e voglia di ricominciare ai massimi livelli per un gruppo che la scorsa estate si era
presentato con grandi motivazioni ed entusiasmo: “Molte atlete si conoscono già per aver condiviso
in passato alcune parentesi sportive, come Di Caterino e Mattioli (insieme in serie B a Corridonia
ed a Monte San Giusto nell’ultima stagione di C ndr). Inoltre possiamo contare su atlete esperte
che da tempo si sono affermate a certi livelli, da Mastrovito a Forti fino a Del Gobbo – ha
proseguito Bonini -. Un contesto del genere trascina inevitabilmente anche tutte le altre ragazze,
favorendo le più giovani, e la squadra può vantarne molte con ampi margini di miglioramento.”
Una squadra che sembra dunque avere tutte le carte in regola per recitare la propria parte in un
torneo che, mai come stavolta, si presenta ricco di incognite e punti interrogativi: “Credo che in una
stagione “normale” saremmo potuti essere la sorpresa del torneo al fianco di realtà ben strutturate
ed accreditate come Porto Potenza e Monte San Giusto – ha aggiunto la guida grottese -. Speriamo
di poter presto battezzare questa nuova avventura perché negli occhi delle ragazze vedo grande
fame e voglia di ricominciare.”
Motivazioni importanti che si riflettono nelle parole di Michela Mattioli: “Si è davvero formato un
bel gruppo, che può vantare gioventù ed esperienza. In passato ho giocato insieme ad alcune
compagne mentre altre le ho affrontate da avversaria quindi ci conosciamo tutte piuttosto bene,
tanto che avevamo iniziato col piede giusto nelle prime amichevoli stagionali poi per ovvie ragioni
siamo state costrette a fermarci – ha proseguito il libero classe ’88 – Il campionato di quest’anno
sarà una sorpresa sotto tutti i punti di vista perché non c’è stato tempo per prepararsi nel migliore
dei modi. Inoltre le squadre si conoscono ancora poco perciò ogni partita sarà un’incognita.”
L’orizzonte è ancora nebuloso ma la smania di ricominciare è tanta. Fiducia, convinzione e voglia
di mettersi alla prova: la vera essenza dello sport per lasciare momenti come questi, finalmente, alle
spalle.