DIH MARCHE, AL VIA L’OPEN WEEK PER FAVORIRE LA DIGITALIZZAZIONE DELLE MPMI

Un ciclo di webinar e conference dedicato alle micro, piccole e medie imprese per lo sviluppo di competenze innovative, l’aggiornamento professionale tecnologico e il supporto alla digital transformation. E’ il cuore dell’Open Week 2021, promosso dal Digital Innovation Hub Confartigianato Imprese Marche di Confartigianato e CLAAI delle Marche. L’iniziativa è in programma dal 29 gennaio al 6 febbraio prossimi e si svolgerà completamente online, con interventi tenuti da illustri esponenti del mondo accademico, istituzionale e imprenditoriale e destinati alla vasta platea di imprese, artigiani, professionisti, startupper e studenti interessati alla trasformazione digitale della propria attività, alla creazione d’imprese innovative, alla formazione di nuove professionalità e a alla costruzione condivisa di un ecosistema marchigiano più smart, competitivo e sostenibile.
Un’iniziativa ancora più importante se si considera che, dall’ultimo rapporto elaborato da Confartigianato, a oggi la trasformazione digitale aiuta fortemente le imprese a recuperare i livelli pre Covid-19. Per le Marche, la quota sale al 50,9% per quelle digitali – ovvero le aziende che hanno adottato piani di investimenti integrati tra i diversi ambiti della trasformazione digitale – mentre scende al 47% per quelle che non hanno adottato piani di digitalizzazione.
“Il compito principale del DIH di Confartigianato Imprese Marche – dichiara Giuseppe Mazzarella, Presidente DIH Regionale e Presidente Confartigianato Imprese Marche – è quello di fornire risposte concrete alle numerose richieste di innovazione del sistema produttivo territoriale e di accompagnare le imprese nel loro processo di trasformazione digitale, compito reso ancora più arduo dall’accelerazione causata dall’emergenza sanitaria in atto.  Osservando i dati a disposizione dell’ultimo rapporto elaborato da Confartigianato, emerge, ad esempio, che si è fortemente intensificata la comunicazione con la clientela attraverso i social media in epoca Covid: già presente nel 21,9% delle micro e piccole imprese, è stata introdotta, migliorata o ne è prevista l’implementazione il prossimo anno da un ulteriore 17%, portando al 38,9% la quota di MPI attive su questo canale. I servizi digitali, come newsletter, tutorial, webinar, corsi, ecc., che erano forniti dal 7,7% delle imprese, registrano un rafforzamento, con l’introduzione da parte del 13,2% di micro piccole imprese e resi disponibili dopo l’emergenza dal 20,9% delle MPI”.
Proprio in questo scenario l’azione del DIH, con le sue iniziative volte a favorire l’innovazione e la digitalizzazione nelle MPMI diventa ancora più centrale e importante: tra i temi che verranno trattati nell’intero ciclo di lezioni, gli strumenti di supporto e incentivazione a servizio delle imprese del territorio relativi al piano di transizione 4.0; intelligenza artificiale, IoT (Internet delle Cose), Data Science e Cybersecurity; digital manufacturing, dato che l’industria manifatturiera risulta essere quella maggiormente coinvolta nella trasformazione digitale; e-commerce e social media marketing; startup, PMI innovative e bandi a sostegno dell’imprenditorialità; infine, ci sarà spazio anche per la green economy e un focus sull’economia sostenibile e circolare. Durante le sessioni verranno presentati anche case history aziendali di successo.
“L’Open Week 2021 organizzata dal DIH a partire dal prossimo 29 Gennaio – dichiara Andrea Dini, Coordinatore DIH Regionale e Presidente Confartigianato ICT – è un’inderogabile occasione di incontro, informazione e riflessione per le imprese del territorio sulle principali tematiche di innovazione del momento. Relatori del mondo accademico, imprenditoriale e delle istituzioni, metteranno in evidenza l’importanza della trasformazione in atto. Un segnale forte di condivisione tra chi affronta tali tematiche da pioniere e ricercatore e chi con tali strumenti dovrà riuscire a rendere più competitivo il proprio business”.
Giuseppe Ripani, Innovation Manager Confartigianato Macerata – Ascoli – Fermo, dichiara: “Ciò che qualche anno fa si presentava come opportunità, ovvero la trasformazione digitale, oggi è una necessità. Per le imprese, inoltre, è difficile orientarsi nel panorama digitale ed è complesso capire quali strumenti utilizzare. Per cui in questo contesto il Digital si pone come luogo in cui le aziende possono trovare soluzioni sartoriali e professionalità elevate per rispondere alle loro esigenze di competitività, in quanto sistema già interconnesso con altri operatori dell’innovazione e potenziali fornitori delle soluzioni richieste.”
Adolfo Giampaolo, Presidente CLAAI Marche, infine, si è detto particolarmente lieto della sinergia creata tra Confartigianato e CLAAI.
Per info e iscrizioni alla Open Week, totalmente gratuita, visitare il sito del DIH Marche www.dihconfartigianatomarche.it