Il divieto delle botticelle a Roma

A PETA stiamo festeggiando con del prosecco italiano dopo aver appreso che la città Roma ha finalmente deciso di vietare le carrozze trainate da cavalli dalle strade della capitale. Continuare a consentire alle botticelle di circolare nei parchi, tuttavia, significa che i cavalli e gli esseri umani sono ancora in pericolo.

I cavalli sfruttati in questo settore, ormai palesemente obsoleto, trascorrono una vita miserabile. Il trasporto di carichi pesanti comporta un notevole sforzo agli arti, zoccoli, schiena e polmoni; questi animali sono a rischio di esaurimento da calore durante i caldi mesi estivi ed esposti a temperature rigide in inverno. Anche la sicurezza pubblica è un elemento di forte preoccupazione. Ovunque queste gite in carrozza siano consentite, si verificano incidenti, che spesso provocano gravi lesioni a cavalli o persone e, talvolta, anche morti.

Esortiamo il Sindaco di Roma Virginia Raggi di portare a compimento questa apprezzabile azione vietando le botticelle anche dalle ville storiche e dai parchi pubblici, proprio come l’Egitto si è recentemente impegnato a sostituire le passeggiate a cavallo e in cammello intorno a Giza con escursioni in vetture e carri ecologici.

Sascha Camilli

People for the Ethical Treatment of Animals (PETA)