Movimento per le Marche:Pandemia e sicurezza sanitaria

La situazione nata a seguito al pandemia pone in primo piano il ruolo della Regione nel garantire la sicurezza sanitaria nelle scuole attraverso i suoi presidi sanitari. C’è incertezza causata dall’aumento giornaliero dei contagi, con  la Regione che deve organizzare un’adeguata ed efficace sorveglianza sanitaria attraverso la costituzione di unità mediche presso le Asur a disposizione delle scuole.

Secondo il Movimento per le Marche « Accanto alle risorse stanziate dal Governo per l’attuazione delle misure preventive di contrasto e contenimento del Covid-19 previste da protocolli ministeriali, c’è bisogno di  ulteriori risorse regionali in campo sanitario affinché le task force territoriali delle ASUR riescano realmente ed efficacemente a supportare tutte le scuole, dalla costa all’entroterra, così come previsto dalle linee guida ministeriali» spiega la lista civica di centrodestra.

« La scuola  muove una massa critica consistente, formata da studenti, studentesse e personale scolastico che per almeno per sei ore consecutive devono coesistere in spazi spesso non adeguati. Servono risorse immediate e capacità programmatica per risolvere le tante criticità » proseguono gli esponenti del Movimento per le Marche.

« Anche sul fronte dei trasporti la Regione è chiamata, con urgenza, a fare la sua parte.  Non sarà facile risolvere nel breve periodo la problematica relativa al carico ridotto del 40% dei bus scolastici, ma anche questa deve essere una priorità poiché al momento, rappresenta una delle criticità principali che obbliga le scuole a trovare soluzioni organizzative spesso di dubbia efficacia per l’erogazione qualificata del servizio scolastico» conclude il Movimento per le Marche.

RispondiInoltra