Fortuna verso Calcinaro

La posizione espressa dal sindaco Calcinaro in merito alla centrale a biomasse è stupefacente e per certi versi anche offensiva per le migliaia di cittadini di Fermo e del Fermano che si mobilitarono allora, mossi da nessuna opposizione ideologica, ma dalla preoccupazione – poi rivelatasi fondata – rispetto al diritto alla salute e da un’idea dello sviluppo dell’economia e del lavoro che non si regga solo sul profitto e sul consumo.Anzi, da quella esperienza e da quel movimento, si produsse ben altro che ideologia: si produssero coscienza e consapevolezza scientifica degli effetti che le polveri sottili hanno sulla respirazione e sulla salute.Piuttosto, il Sindaco di Fermo e con lui anche gli amministratori della Provincia, dovrebbero spiegarci come mai non esista ancora oggi nella città di Fermo e in tutto il territorio della Provincia, nessuna centralina che riveli la qualità dell’aria.Se questa è la concezione che il Sindaco ha della mobilitazione e della partecipazione popolare, non ci stupisce che poi, di fatto, le scelte importanti le prenda con qualche suo dirigente nel chiuso delle sue stanze.