Stefano Fortuna Sindaco, la coerenza per Fermo

Da quello che si legge, in queste ore, ogni forza politica che concorre alla carica di Sindaco per la città di Fermo
fa la gara a chi ce l’ha più civica! 
Il Sindaco uscente – che vuole il marchio di “civicissimo” – ha, però, nelle sue liste tanta di quella destra da far
impallidire pure la Lega. Per la verità ha dentro un po’ di tutto e di fuoriusciti da tutto, perché, fosse per lui,
farebbe tutto lui: governo e opposizione. Altri hanno scoperto il civismo elettorale come cespugli attorno ad un
partito, più che altro per spingere qualche candidato in bilico alle regionali (ma è in bilico perché, forse, non ha
governato bene).
La nostra è, invece, più semplicemente e più coerentemente, un’alleanza tra due movimenti di impegno civile (il
Movimento 5 Stelle e L’Altra Fermo), che tali erano 5 anni fa e tali sono oggi; che hanno, tra loro, differenze
esplicite su alcuni temi (prevalentemente nazionali), ma che hanno in comune i valori della democrazia e dei
diritti dei cittadini (soprattutto dei più deboli), la priorità dei beni comuni rispetto agli interessi privati, la
trasparenza e la partecipazione; e, soprattutto – non improvvisando né il civismo, né le alleanze – hanno in
comune le posizioni e le battaglie sostenute per Fermo e per il fermano in questi 5 anni.
Siamo convinti che i fermani ci sosterranno, per continuare, insieme, queste battaglie e questi progetti concreti,
per la città.