“Mai più Troika”: la lezione della Grecia

Di Paola Pieroni-
“Abbiamo vissuto con il Mes per dieci anni. Il meccanismo europeo di stabilità è stato fondato sul problema greco e abbiamo la conoscenza di cosa sia un
memorandum. Non è una storia facile. L’Europa viene con tanta pressione. In sintesi: Mai più Troika”. Queste le parole memorabili del ministro alle Politiche
Ue greco, Kryakos Mitsotakis, ai miscofoni del Tg2, intervista rilanciata poi dall’europarlamentare di Fratelli d’Italia, Carlo Fidanza e dal premier Giorgia
Meloni sulla pagina Facebook. Troppi i rischi legati al Mes, cavallo di battaglia del partito, per le condizionalità vincolanti che andrebbero a gravare sul Paese,
mettendo in serio rischio il futuro dell’Italia. E la Grecia non ha solo rifiutato il Mes, ma qualsiasi altro aiuto del Recovery Found, perché ha già fatto tanti
sacrifici in cambio dei prestiti europei e oggi considera inaccettabile i soldi in cambio di riforme. E lo dice un primo ministro che non è un populista, bensì un
conservatore, dichiarandosi in un intervista al Corriere della Sera, europeista e anti-populista. Il primo ministro greco ha già toccato con mano che la Troika e il
Mes hanno tolto valore alla Grecia a vantaggio di alcuni paese europei quali Germania e Francia che avevano presentato il progetto nel nome della
solidarietà.Un esempio? Uno qualunque: la società tedesca Fraport, che gestisce aeroporti, detiene la partecipazioni di numerosi aeroporti in giro per il mondo,
tra cui 14 aeroporti greci, che la società ha acquistato in gestione dal 2015 per 40 anni, grazie alla privatizzazione imposta dalla Troika, per concedere guarda
caso un prestito Mes ad Atene. E non è finito qui: nella gestione aeroportuale, alla società tedesca venivano concessi tuti i vantaggi economici dell’operazione,
mentre gli svantaggi sarebbero rimasti al governo greco. Come le perdite, per mancato profitto del primo semestre 2020, di 175 milioni di euro che gravano
sulla Grecia. In base al contratto del Mes, questi soldi saranno sborsati dai contribuenti greci, in aggiunta a tutti i sacrifici fatti finora. E se ciò non fosse
possibile si aprirebbero altre condizionalità, sotto il segno del Mes. Una falsa solidarietà, insomma, nelle mani di potenti che si arricchiscono sempre di più.
Ergo: Mai più Troika.