Poste mobile lascia Wind-Tre e torna in Vodafone

di Paola Pieorni-

Si ritorna da dove tutto era partito nel 2007, l’anno del debutto dell’operatore virtuale di Poste Mobile. Per gli attuali clienti Poste Mobile, lo switch di
operatore non comporterà alcuna sostituzione della Sim. Poste mobile, operando con MVNO, sarà in grado di gestire tutti i processi con un cambio automatico, visibile dal
cliente dal proprio cellulare. Il motivo starebbe nella maggiore diffusione della capillarità della rete e migliori offerte di Vodafone. Negli ultimi anni Poste Mobile aveva già
ripreso le trattative con Vodafone, per la fornitura della rete sul telefono casa con sim integrata. Stando a quanto pubblicato ieri su Repubblica, anche la Tim sarebbe stata
ad un passo dall’aggiudicarsi l’appalto di fornitura. Ma la Tim non ne è uscita a bocca asciutta, visto che proprio ieri ha comunicato l’accordo con Poste Mobile, sulla
commercializzazione delle offerte della banda ultralarga tramite la sua capillare rete di uffici postali. Non c’è ad oggi ancora la data ufficiale di tale cambio di operatore, ma
presto tutte le offerte Poste Mobile Casa e Poste Mobile, saranno appoggiate sulla rete Vodafone. Se la cosa sarà migliore o peggiore, i 3milioni di clienti dell’operatore
virtuale, lo valuteranno prossimamente dalla migliore o minore copertura di segnale.