Diodato: 25-27 Luglio, tour attesissimo all’Auditorium di Roma. Intervista al cantante

di Paola Pieroni-
“Dal vivo dopo il lockdown, vorrei offrire a chi ci sarà serenità, energia e consolazione e poi condivisione e coraggio”. Sono queste i sentimenti che il cantante Diodato,
tornando sul palco e guardando finalmente il pubblico negli occhi vorrà trasmettere, dopo i lunghi mesi di forzata quarantena. Il cantautore tarantino, ha vinto di tutto:
Sanremo con Fai Rumore, il David di Donatello e Nastro d’Argento per “Che vita meravigliosa”, che si sommano al premio della critica Lucio Dalla e Mia Martini e poi il disco
Platino, con 26milioni di ascolti su spotify, 38milioni di visualizzazioni su Youtube. E adesso, un tour attesissimo che sbarcherà nella capitale all’Auditorium con tre giorni di
show dal 25 al 27 luglio. Sulla malinconia, il cantante si esprime così, nell’intervista rilasciata i giorni scorsi sul Messaggero: “Non potrei vivere senza, sono cresciuto in riva la
mare, che ti dà voglia di sognare e prendere il largo, ma che al tempo stesso ti fa paura. Perchè il mare è punto interrogativo. Tutti quelli che vivono sul mare sono un po’
malinconici, perché conoscono i contrasti”. Una nostalgica malinconica che non lascia indietro la voglia di serenità, di coraggio, di condivisone e di energia, come sentimenti
per ripartire e un po’ ritornare, quando serve a consolarci. Confermate anche le date del 31 luglio a Tarviso, Udine; il 4 Agosto a Tindari, Messina; il 5 al teatro antico di
Taormina, il 15 agosto a Grottaglie a Taranto. In autunno il racconto di questi show, andrà online su Raiplay con il titolo Aria di un’altra estate. E Diodato è, ovviamente,
felice, dell’affetto e dell’amore che i suoi fans gli trasmettono e che lo hanno accompagnato fino ad oggi anche sui canali social. L’artista cerca sempre nuove strade per
arrivare allo stesso traguardo: se stesso.