RisorgiMarche parte il 18 luglio, novità con il biglietto solidale. I luoghi e gli artisti in campo

Tutto pronto per la quarta edizione della kermesse canora e ambientale di Neri Marcorè e Gianbattista Tofoni. Ad aprire le danze sabato 18 Luglio nella cornice dell’
Anfiteatro di Falerone, ci sarà il duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Quest’anno il festival è stato rivisitato per adeguarsi all’emergenza Covid-19 e non mancherà di
originalità e spettacolo. Nella nuova versione si rinunceranno ai grandi prati, le locations che hanno contraddistinto le passate edizioni con migliaia di persone, a favore dei
borghi, delle piazze e dei siti archeologici, che hanno il vantaggio di censire il pubblico e di contingentare gli ingressi ai concerti. In questo modo sarà possibile anche
promuovere lo sviluppo del turismo di prossimità. Non mancheranno le passeggiate musicali all’alba e al tramonto per rendere l’appuntamento indimenticabile ancora una
volta. Tra le novità messe in campo per questa edizione, c’è la prenotazione obbligatoria gratuita, con un biglietto solidale da 5 euro e un biglietto sostenitori da 20, il cui
ricavato sarà devoluto ai Comuni coinvolti dal terremoto nel 2016. Diciotto gli appuntamenti a cui si alterneranno concerti “più intimi”, di cui 6 già ufficializzati, mentre gli
altri verranno comunicati di volta in volta sui social alla pagina www.RisorgiMarche.it. Tra gli artisti arrivano i nomi di Peppe Servillo, Enzo Avitabile, Ambrogio Sparagna e
Dente. Ma se ne aggiungeranno molti altri, come ha assicurato Neri Marcorè. La manifestazione, sostenuta dalla Regione Marche si svolgerà in collaborazione con Icom
(International Concil of Museums) e grazie ai fondi Mibact per la musica dal vivo.
Paola Pieroni