La FORM porta Metamorphosen di Strauss a Jesi

Nuova tappa del cartellone estivo della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana. Dopo Osimo, la colonna sonora delle Marche, si esibisce lunedì 6 luglio, alle ore 21, al Teatro Pergolesi di Jesi, per un concerto realizzato in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini.

Metamorfosi è il titolo di questo appuntamento che riporta la musica dal vivo a teatro, nel suo luogo prediletto, con la direzione di Manlio Benzi.

Cambiare forma per rigenerarsi a nuova vita. Questo è il senso racchiuso nelle Metamorphosen (Metamorfosi) di Richard Strauss, splendida, commovente composizione dell’estrema maturità artistica del musicista, scritta sulle macerie di un’Europa devastata dal secondo conflitto mondiale che aveva di fronte a sé un’unica speranza: raccogliere i frammenti sparsi di un passato buono, bello, sacro per traghettarlo, sotto nuove forme, nel futuro. Fra le profonde meditazioni iniziali e gli appassionati intrecci di linee intessuti nella seconda parte del brano dai 23 archi solisti risuonano infatti, ricreate in un flusso di trasformazione continua, la luce di Mozart, l’energia e il lirismo di Beethoven, gli slanci d’amore di tutto il Romanticismo musicale europeo, a rappresentare un desiderio di salvazione per mano della bellezza. 

Il capolavoro di Strauss è preceduto da opere dei due autori classici da lui venerati: Wolfgang Amadeus Mozart con Il Re pastore, K. 208: Ouverture e Bastien und Bastienne, K. 50/66b: Intrada e Ludwig van Beethoven con Romanza per violino e orchestra in fa magg., op. 50.

Un rientro “a casa” con un programma musicale di grande fascino e spessore culturale per inaugurare, nel segno della speranza, un nuovo corso.

Courtesy ticket a 3 euro, in vendita presso la biglietteria del Teatro, aperta lunedì dalle 20, oppure su vivaticket. Info: 0731/206888 – biglietteria@fpsjesi.com.
Foto di Francesca Tilio