FESTIVAL DELL’APPENNINO 2020, WEEKEND CON LICIA COLÒ E FRANCO MICHIELI

Due facili escursioni: sabato si va ad Astorara di Montegallo e domenica a Rocchetta.
Si preannuncia un altro weekend interamente in compagnia del Festival dell’Appennino 2020. Si
comincia sabato 4 luglio con un’escursione ad Astorara di Montegallo in compagnia di Licia
Colò, per continuare domenica 5 luglio con un appuntamento dedicato all’amore per la montagna e la
terra in tutte le sue forme con Franco Michieli e la Compagnia dei Folli.
Sabato 4 luglio, quindi, il Festival dell’Appennino organizza una speciale escursione e incontro con Licia
Colò ad Astorara di Montegallo (AP) che parlerà di un “Ritorno a un futuro Green”. Presenti anche
l’autore Francesco Eleuteri accompagnato dai musicisti Mario Alessandri e Alessandro Olori per la
presentazione del “Il terremoto di Mario”. Il programma prevede alle 9:00 il ritrovo ad Astorara di
Montegallo, la partenza per una facile escursione adatta a tutti, il ritorno ad Astorara per il pranzo
libero. Nel pomeriggio si continua con “Il terremoto di Mario” di Francesco Eleuteri con Francesco
Eleuteri e Mario Alessandri alle ore 15:00. A 4 anni dal sisma del 2016 Eleuteri porta in scena la storia
di Mario Alessandrini e Antonella Zarletti, musicisti e cantati montegallesi che hanno vissuto in prima
persona il tragico evento del terremoto. Una vera e propria testimonianza di una vicenda dai profili
drammatici che sono ancora ben presenti ed indelebili nella memoria e nella quotidianità degli abitanti
del centro Italia.
Ospite d’onore di sabato 4 luglio sarà Licia Colò che a partire dalle 16:30 intratterrà il pubblico del
Festival con il “Ritorno a un futuro Green”. Nota al grande pubblico come l’ex presentatrice del
programma di viaggi Alle falde del Kilimangiaro, è anche divulgatrice scientifica, autrice televisiva e
scrittrice. Al momento è possibile vederla impegnata in programmi come “Eden – Un pianeta da
salvare” su La7 e “Il Mondo Insieme” su TV2000 a sottolineare ancora una volta il suo amore per
l’ambiente, i viaggi, gli animali e la natura. Ricordiamo che è obbligatoria la prenotazione (massimo
250 persone) al link https://bit.ly/PrenotazioneFestival4
L’appuntamento per domenica 5 luglio, invece, si sposta a Rocchetta di Acquasanta Terme (AP) con
un’escursione nella natura, un intervento del geografo e scrittore Franco Michieli e uno spettacolare
“Viaggio nella Madre Terra” interpretato dalla Compagnia dei Folli. Alle 10:30 ci si ritroverà a
Rocchetta di Acquasanta Terme (si consiglia di lasciare l’auto a Poggio Rocchetta) per partire alla volta
di una facile escursione adatta anche ai meno allenati. Alle 15:00 spazio a Franco Michieli con
“L’abbraccio selvatico della Natura”. Geografo, redattore per molti anni delle riviste Alp e RdM,
originale esploratore e garante internazionale di Mountain Wilderness, è tra gli italiani più esperti nel
campo delle grandi traversate a piedi di catene montuose e terre selvagge. Dopo i percorsi integrali delle
Alpi (81 giorni), dei Pirenei (39 giorni), della Norvegia (150 giorni) e dell’Islanda (33 giorni) compiuti da
giovanissimo, continua la ricerca dei significati dell’esplorazione, specie nelle terre artiche e sulle Ande,
dove ha attraversato numerose cordilleras collaborando alla formazione di guide locali, ma anche sulle
montagne di casa. Nel 2014 ha vinto il Premio Gambrinus Mazzotti, il più importante premio di
letteratura di montagna, per il suo libro Huascaran 1993. Verso l’alto, verso l’altro. Si prosegue alle 16:30
con lo spettacolo della Compagnia dei Folli “GEA – Viaggio nella Madre Terra”, un entusiasmante
spettacolo senza tempo e senza confini tra acrobazie, trampoli e danzatori dal titolo. Obbligatoria la
prenotazione (massimo 250 persone) al link: https://bit.ly/PrenotazioneFestival5 .
Il Festival dell’Appennino è un progetto realizzato dall’Associazione Appennino Up insieme alla
Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.