Fase 4: Salmoni in quarantena

Riprendiamo un articolo di Massimo Gramellini del Corriere della Sera sull’ipotesi di una fase 4, ovverosia dell’impazzimento mondiale.“È
iniziata la fase quattro, quella dell’impazzimento. E l‘Italia non è l’unico epicentro. Ieri per qualche ora si è pensato che un salmone
norvegese, nuotando controcorrente avesse infettato la Cina, senza neanche chiedere permesso ai pipistrelli. A smentire qualsiasi
coinvolgimento è dovuto scendere in pista, il portavoce del salmone, il signor Ingebrigsten, che di mestiere fa il ministro della Pesca, con
delega agli affumicati. Ma le scoperte non finisco qui. Putin uno se lo immagina cattivo e coraggioso. Il classico tipo che se incontra il virus
per le scale, lo prende pure a sberle. Invece ha fatto montare una specie di autolavaggio a spruzzo davanti la porta del suo ufficio, per
inondare di amuchina i suoi visitatori. La smania di controllare l’incontrollabile ha persino colpito la tostissima giornalista neozelandese,
che è riuscita a continuare a parlare in tv durante una scossa di terremoto senza neppure inarcare un sopracciglio. È bastato che due
signore che arrivassero dall’Inghilterra per un funerale di un parente risultassero positive per farle parlare di “fallimento inaccettabile del
sistema” e ordinare all’Aeronautica di presidiare i confini; si suppone di utilizzare l’Aviazione nel caso in cui un salmone saltasse in groppa
ad un pipistrello. Se fossi il virus, comincerei ad aver paura di essere contagiato dagli umani”.
Il caffè con Massimo Grimellini