McDonald’s sempre più Made in Italy: accordo con Cremonini, Granarolo e Beretta

Quello della multinazionale è un percorso avviato nel 2008, con le prime forniture di parmigiano e che negli anni si
è esteso ad altre specialità Dop. Molti riferiscono che la battaglia per la valorizzazione dell’origine delle materie
prime agricole nei prodotti alimentari sia una prerogativa del mondo agricolo. In realtà se l’origine è quella, la
valorizzazione spetta anche ad altri anelli della filiera, dall‘industria della trasformazione alla distribuzione, fino a
toccare multinazionali come McDonald’s. Nel corso degli anni sono stati introdotti numerosi prodotti all’interno
del classico menu McDonald’s . Accanto al classico panino farcito di carne,cetriolo e salse si sono aggiunti nel ricco
menù di insalate, ingredienti del Made in Italy, come lo speck Alto Adige, l’aceto balsamico o l’olio extravergine alle
mele della Valtellina. L’azienda italiana acquista ogni anno 94 mila tonnellate di materie prime Made in Italy per un
controvalore pari a circa 200 milioni di euro. Un paniere ricco dove da quest’anno, si sono aggiunti prodotti locali
come il latte per i gelati e il bacon da farcire nei panini. Il bacon proviene dalla società del gruppo Cremonini e dal
salumificio dei Fratelli Beretta, mentre il latte per il McFlurry proviene da Granarolo. Rispettivamente acquisti per
oltre 1500 tonnellate nel 2020 per il bacon, mentre 4,5 milioni di latte per il gelato targato Granarolo, noto
marchio italiano. L’ad Mario Federico di McDonald’s Italia ha così commentato: “ in un momento delicato, come
quello che il nostro Paese e la nostra economia stano vivendo, crediamo che continuare ad investire sul territorio
sia la chiave per la ripartenza del comparto agroalimentare italiano”. Inoltre la carne bovina e di pollo viene fornita
da Inalca e Amadori, le torte da Bindi e le briosche da Cupiello, l’insalata e verdura fresca da boundelle Italia,
mentre il Parmigiano reggiano Dop da Parmareggio. Insomma un bel menù Made in Italy. Ne ha fatta di strada
l’azienda !
Paola Pieroni Fonte: “il sole 24 ore”