I Teatri del Mondo, iscrizioni aperte per i laboratori

Iscrizioni aperte per i quattro laboratori che fanno parte del programma dell’edizione numero
31 de “I Teatri del Mondo – Festival internazionale del teatro per ragazzi”: ad ospitarli
saranno ancora una volta gli spazi di Villa Baruchello, a Porto Sant’Elpidio.
“Costruisci il tuo mappet”, “Scienziati … suonati!”, “Il mio corpo racconta”, “Giocattoli di
parole e giocattoli di legno” sono i titoli dei laboratori che si terranno dal 13 al 18 luglio per
bambini dai 6 agli 11 anni.
“Laboratori confermati, ne siamo felici, perché riscuotono ogni anno un altissimo gradimento da
parte dei ragazzi”, dice il direttore artistico Oberdan Cesanelli, che annuncia: “La novità del
2020 è il format ideato da Marco Moschini, per il laboratorio in collaborazione con “Libri In
Festa”, che sarà dedicato alle coppie di genitori e figli. L’esperienza e la preparazione di
Moschini arricchiscono l’offerta del festival, che vedrà laboratori svolti nel rispetto dei protocolli
, delle normative e in tutta sicurezza, sia per gli operatori che per i partecipanti”.
Sarà un laboratorio di scrittura creativa per bambini e genitori quello condotto da Marco
Moschini, in cui le filastrocche saranno poesie bambine, giocattoli di parole da montare e
smontare simili a quelli “veri”, di legno, carta e plastica che, al ritmo dei versi, prenderanno
vita. Con Moschini un invito a “rileggere” il mondo con uno sguardo divergente e inconsueto
che non dia la realtà per scontata, non si fermi alla superficie e all’evidenza ma sia capace di
perforare la pigrizia della consuetudine.
Esperimenti sonori tra scienza e magia, protagonisti del laboratorio di Stefano Rocchetti,
svolto in collaborazione con “Archi in Villa Baruchello”. Il suono sembra invisibile ma nei
laboratori degli “Scienziati … suonati” tutto è possibile. Un percorso che affronta produzione,
trasmissione, altezza, intensità, timbro fino alla ricezione che avviene nel nostro orecchio.
“Il mio corpo racconta” è il laboratorio di movimento espressivo basato sul linguaggio del
teatrodanza, condotto da Andrea Baldassarri. Il corpo ha un ruolo fondamentale per
esprimersi e viene usato insieme alla voce, alla musica ed alle relazioni: il lavoro proposto ai
ragazzi li porterà a scoprire, con un approccio ludico, possibilità di movimento rispetto alla
musica o a stimoli esterni.
Chiudiamo con il laboratorio condotto da Ada Mirabassi della Compagnia Tieffeu di Perugia,
incentrato sulla costruzione di un pupazzo in gommapiuma. Dal disegno in poi, i ragazzi
vedranno il pupazzo prendere forma per creare anche il suo carattere e la sua voce.
Info e iscrizioni: info@lagruragazzi.it – 328.7756579

Ufficio Stampa del Festival