Le nuove frontiere del sesso – Blue stalling e l’impossibilità di impegnarsi

Scommetto che nella vita vi sarà capitato di uscire, o comunque frequentare, una persona che vi
piaceva, a cui eravate sicuri di piacere, ma che oltre mandare messaggi controversi non si decideva
mai a fare il passaggio successivo. E’ la situazione che viene definita con la parola inglese Blue-
Stalling, uno situazione di stallo che induce alla tristezza, rimanete bloccati in una sorta di
romanticismo senza via di uscita.
La ritrosia dell’altro trattiene anche voi da fare una mossa decisiva nel dubbio di avere male
interpretato i messaggi che vi arrivano. Tutti i giorni vi scrive facendovi pensare di avere suscitato
un forte interesse, magari vi porta fuori, anche per un week-end, perché no? Incontrate i suoi
genitori, ma tutto questo non porta a nessun tipo di impegno, una situazione di stallo evidente
dove nessuno fa la prima mossa.
Alla base di questo stato situazionale può esserci una relazione finita male, un abbandono
piuttosto che un divorzio, da cui deriva la paura di impegnarsi nuovamente. Ma anche il fatto,
soprattutto se la conoscenza è avvenuta su siti o tramite app di dating, in questo caso potrebbe
essere che il partner sia più appassionato di ‘inseguimenti’ che di ‘cattura’… Ma in ogni caso avete
a che fare con una persona problematica, riottosa a impegnarsi, che magari evita di postare foto di
voi due assieme sui social o di presentarvi agli amici. A questo punto la domanda che dovete porvi
è “Se volete davvero ricoprire il ruolo di crocerossina?”.
Potrebbe anche essere che la persona che frequentate presuma semplicemente che ci sia
qualcuno/a migliore o più appetibile di voi nel mondo, per cui non vuole impegnarsi per tenersi
libero, e se fate voi la prima mossa per smuovere lo stallo se la caverà con “Ma io stavo solo
scherzando”. Ciò non toglie che, consapevolmente o meno, che sia consciamente disonesto o solo
problematico, l’altra persona stia giocando con i vostri sentimenti, illudendovi di potere offrire una
relazione che in realtà non è pronto ad affrontare.
C’è un tempo massimo che gli esperti indicano per questa situazione, che deve trovare sbocco in
un modo o nell’altro nell’arco di una ventina di giorni, massimo un mese. Quindi dovete porre la
massima attenzione in caso di Blue-stalling, perché la persona che frequentate potrebbe essere
semplicemente uno che non vuole impegnarsi; uno che vuole tenersi tutte le opzioni possibili e le
porte aperte; ma anche un esperto di soft-ghosting, materia che ho già abbondantemente
descritto nei precedenti articoli di questa serie. La rilettura di questa tipologia non solo è
caldamente consigliata, ma assolutamente doverosa…
MAURIZIO DONINI