IL MARCHIGIANO DANIELE BARTOCCI TRA I FINALISTI DEL PREMIO INEDITO DI TORINO

Daniele Bartocci, giovane giornalista marchigiano, è tra i finalisti del Premio InediTO di Torino, punto di riferimento in Italia per la letteratura e le opere inedite.

Ben 700 opere in gara per la 19^ edizione del premio, solo 49 finalisti (designati proprio in queste ore) provenienti da tutta Italia e dall’estero (Inghilterra, Francia, Germania, Spagna, Belgio, Svizzera, Croazia, Egitto e Stati Uniti). Daniele Bartocci è l’unico finalista a rappresentare la regione Marche ed è tra i favoriti per il Premio Speciale Giovanni Arpino, sezione riservata alla letteratura sportiva.  Giovanni Arpino fu un noto giornalista e scrittore, grande amico di Indro Montanelli, al quale presentò Marco Travaglio, attuale Direttore de Il Fatto Quotidiano. Ancora top-secret il titolo dell’opera (circa 60 pagine) scritta da Daniele Bartocci, che in ogni modo verte sulla corretta applicazione dei principi di governance e filosofia sportiva, studiata a partire dai primi anni ’80 all’interno del contesto sportivo marchigiano. La presentazione dei finalisti si svolgerà, compatibilmente con l’emergenza Coronavirus, in occasione del Salone del Libro di Torino, mentre la cerimonia di premiazione si terrà a fine maggio/giugno in una location che potrebbe essere quella di Casa Martini di Pessione-Chieri, storica e prestigiosa sede della Martini & Rossi.

Il premio Inedito – Colline di Torino ha ottenuto nel corso degli anni il contributo e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Piemonte, del Consiglio regionale del Piemonte, della Città Metropolitana di Torino e di altri organi istituzionali, e ha visto nascere e crescere alcune delle migliori personalità della letteratura e del racconto.  I premiati, attraverso il Premio Inedito di Torino, oltre a ricevere contributi in denaro per promozioni e pubblicazioni, potranno partecipare da protagonisti alle più importanti rassegne, festival e fiere di settore come il Salone del Libro di Torino, Più libri più liberi di Roma, Bookcity Milano, Pisa Book Festival, Etnabook Festival di Catania. Per Daniele Bartocci, dunque, si tratterebbe del nono riconoscimento ricevuto in poco più di un anno: tra questi il Premio Myllennium Award all’Accademia di Francia a Roma, il Premio Renato Cesarini come miglior giornalista under 30 e il premio Overtime al Festival Nazionale del Racconto, Etica e Giornalismo Sportivo.