Le nuove frontiere del sesso – Donne italiane trasgressione al potere

Il sesso fuori ordinario è già stato sdoganato nel 2015 con la presentazione a Cannes del film fuori
concorso “Love”, del regista argentino Gaspar Noé; già reduce dalla pellicola scandalo con Monica
Bellucci stuprata in un sottopassaggio. Sesso in 3D per “Love”, con tanto di ménage à trois che si
godono il sesso aperto senza porsi tanti problemi. Poco successo di critica, ma molto di pubblico,
visto che l’Italia è un paese bigotto e conforme alla luce del giorno, ma ricca di libidinosi assetati di
sesso fuori dagli sguardi della società.
Eric Anderson, sessuologo e Chief Science Officer di AshleyMadison.com, celebre sito di incontri
extra-coniugali quotato anche in borsa, ha illustrato una realtà ben diversa nella ricerca “Faith &
Passion: Impact of Religion on Infidelity” del 2014. Intervistando oltre 100.000 utenti in 37 diversi
paesi, risulta che l’italiano è tutt’altro che contrario alle avventure fuori casa. L’adulterio trova
terreno fertile nel 54% dei maschi e nel 45% delle donne, una persona su due in Italia ha avuto
avventure fuori dal talamo nuziale. Solo il 19% degli uomini e il 15% confessano le proprie
marachelle, ma questo è un campo in cui sono le signore italiane a dare il meglio, come certifica il
portale Gleeden.com. Sono proprio le donne italiane a divertirsi in pratiche ‘fantasiose’ con i
propri amanti, quelle che evitano di fare con i rispettivi consorti.
Fuori casa le nostre signore così morigerate nella camera nuziale, si divertono consumando sesso
all’aperto o in ufficio, giocando con i sex toys, praticando bondage e sesso anale, pratica che sta
avendo grande successo senza barriere di età. Senza scordare il già richiamato rapporto a tre, il
dogging, ovvero sesso casuale con sconosciuti, e rapporti saffici per scoprire che effetto fa. Il lato
bisex è una pratica che alle donne piace sempre di più. D’altronde non pare che i mariti italiani
siano particolarmente bravi a soddisfare le proprie mogli tra le lenzuola, stando ai risultati di una
ricerca di Cosmopolitan, solo il 57% del gentil sesso arriva all’orgasmo, contro il 95% dei maschi.
Non stupitevi, il 67% delle donne non lo confessa al proprio partner di non avere raggiunto
l’orgasmo, per non urtare i sentimenti del partner (il 28%) o per finire prima (il 27%).
Che si giochi in due o in tre, che lo si faccia con il proprio partner o con un altro, resta certo che le
donne leggono senza problemi i libri erotici, si veda anche il grande successo delle tristissime “50
sfumature”. Si conferma la predilezione degli uomini per l’aspetto visivo, con un curioso primo
posto per il fetish di asservimento adorando i piedi delle proprie donne, in particolare se piccoli e
con tacchi a spillo. Segue la passione per il lato B e le caviglie; ma fondamentali la lingerie,
guépière, reggicalze, autoreggenti, corsetti, guanti. Molto amati i tessuti che richiamano
l’argomento fetish e proibito, dal latex alla pelle fino al nylon.
MAURIZIO DONINI