#economiascuola “Lo spreco illogico”: a Pesaro 200 studenti a scuola di educazione finanziaria con UBI Banca e FEduF

UBI Banca e la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio hanno portato la conferenza – spettacolo di Taxi 1729 “Lo spreco Illogico”, sui temi della sostenibilità collegati all’economia. Oltre 200 gli studenti coinvolti provenienti dal Liceo Scientifico G. Marconi, dal Liceo Artistico Mengaroni, dall’ IIS “Santa Marta – G. Branca” di Pesaro e dall’IIS “Merloni-Miliani” di Fabriano

Pesaro, 20 febbraio 2020 – Inclusione, economia e sostenibilità: su questi aspetti si è concentrato l’incontro del progetto #economiascuola “Lo Spreco illogico”, mattinata di lavoro sull’educazione finanziaria organizzata da UBI Banca e FEduF – Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio in collaborazione con Regione Marche, l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e con il Patrocinio del Comune di Pesaro.

Sui banchi dell’Aula Magna del Liceo Scientifico “G. Marconi” di Pesaro sono stati illustrati, ai 200 ragazzi presenti, gli automatismi di giudizio e di decisione con l’obiettivo di comprendere cosa, a livello inconscio, rende difficile fare scelte sostenibili e cosa invece potrebbe aiutarci.

La conferenza – spettacolo “Lo Spreco illogico” è infatti un progetto di educazione finanziaria che indaga il meccanismo della scelta, la più basilare delle operazioni economiche e degli effetti che ne derivano a livello di sostenibilità globale.

L’educazione finanziaria e lo sviluppo sostenibile rappresentano due opportunità che si incontrano in questo progetto mirato a far riflettere i più giovani su nuove abitudini di consumo e di uso del denaro in un’ottica di cittadinanza attiva e consapevole, ispirata ai valori di sviluppo sostenibile e globale fissati dall’Agenda ONU 2030.

Il progetto confronta, ad esempio, ciò che sarebbe ragionevole fare per la salvaguardia del Pianeta e ciò che realmente facciamo, evidenziando, attraverso le neuroscienze e le consuetudini ataviche che guidano le nostre decisioni, come nella maggior parte dei casi queste non coincidano. Perché quando facciamo una scelta, nella nostra mente si mettono in moto una gran quantità di scorciatoie istintive, che spesso ci portano fuori strada, anche quando pensiamo di agire in modo completamente libero, razionale e consapevole.

“La relazione tra educazione finanziaria e stabilità economica è molto stretta – commenta Giovanna Boggio Robutti, direttore generale della FEduF – e l’acquisizione delle competenze necessarie non può più avvenire esclusivamente in famiglia, come succedeva in passato. Il consolidamento della cultura economica è oggi un presupposto irrinunciabile per una vera consapevolezza e per il benessere sociale di tutti”.

Per approfondire l’importanza di queste tematiche e collegarle alla realtà del territorio, la conferenza-spettacolo è stata preceduta da una riflessione sull’uso consapevole del denaro, delle risorse e dei principali concetti di cittadinanza economica alla quale hanno partecipato Riccardo Rossini, Dirigente Liceo Scientifico “G. Marconi”, Giuliana Ceccarelli, assessore ai servizi educativi e scuole del Comune di Pesaro, Massimo Iavarone dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Antonella Falcinelli, Funzionario Territoriale della Formazione di Pesaro e Urbino per la Regione Marche e Massimo Tombolini,Responsabile della direzione territoriale UBI Banca di Pesaro.

“È importante offrire ai giovani – e oggi ne abbiamo riuniti oltre 200 – un’opportunità per far evolvere la loro consapevolezza su come l’economia possa incidere fortemente sui temi della sostenibilità andando a coinvolgere tutte le scuole della nostra area e con l’obiettivo di far crescere cittadini attenti sia all’uso del proprio denaro sia a tutto ciò che li circonda” ha dichiarato Riccardo Tramezzani responsabile dell’Area UBI comunità di UBI Banca.

Pietro Balducci

UBI-Ban_4C_hi

Media Relations