VOLANO LE FORMAZIONI GIOVANILI DI VOLLEY ANGELS PROJECT

Ottimo momento per le formazioni Under 18 Adria Service e Under 16 Vpm di Volley Angels Project. La prima ha iniziato con due vittorie esterne il girone di andata della seconda fase, mentre l’altra ha ipotecato il primo posto nel proprio raggruppamento. L’Adria Service, dopo la vittoria al tie break contro l’ostico Recanati, sono andate a espugnare con il massimo scarto il parquet di Tolentino e adesso è attesa dalla terza trasferta consecutiva sul campo della Emmont, già affrontata con successo nella prima fase del campionato. A Tolentino, in un impianto dalle dimensioni ridotte che ha fatto soffrire molte delle squadre che vi hanno giocato, Caruso e compagne hanno dominato primo e terzo set, soffrendo solo in alcune parti del secondo parziale la battuta delle avversarie. La gara con la Emmont, che in questo momento sovrasta le rossoblù di un punto, sarà decisivo per il primo posto al giro di boa e con un girone di ritorno da disputare interamente in casa. L’incontro si giocherà mercoledì 19 a Casette d’Ete. La Vpm, invece, pur subendo la propria prima sconfitta della stagione in casa contro la Riviera Samb Volley (che ha disputato una partita maiuscola nel corso della quale ha sciorinato dell’ottima pallavolo), ha ottenuto il primo posto nel girone con tre turni di anticipo. Una sconfitta al tie break che dal punto di vista scaramantico è anche beneaugurante visto che nella passata stagione, quando le rossoblù di laurearono campionesse territoriali di Ascoli e Fermo, subirono l’unica sconfitta della stagione proprio contro le sambenedettesi. «Nella Under 18 – ha commentato il direttore tecnico di Volley Angels Project, Daniele Capriotti – abbiamo disputato una bellissima prestazione in un impianto molto particolare. È stata una gara valida, nella quale abbiamo messo in campo grinta e determinazione, nonostante cambi di ruolo e con l’ingresso in campo di tutte le atlete a referto. Il nostro obiettivo ora è arrivare primi nel girone. Anche in Under 16 abbiamo giocato a un livello molto alto e sul 2/0 (a primo posto ottenuto) le ragazze si sono scaricate, dando spazio alle avversarie. Non ci capita di solito, ma nonostante tutto le ho viste molto pronte e determinate. La cosa ci fa ben sperare per le fasi successive».