Sisma 2016: Urge la stabilizzazione del personale precario degli USR e dei comuni

È stata approvata in Consiglio Regionale nella seduta di ieri 11 febbraio, una
mozione urgente, presentata dal sottoscritto che impegna il Presidente della
Giunta Regionale ad intervenire presso la Ministra della Pubblica
Amministrazione Fabiana Dadone, affinché mantenga l’impegno, assunto in fase
di approvazione del Decreto Sisma n° 123/2019, ad attivare procedure di
stabilizzazione del personale precario già operante sia nei Comuni colpiti dal
Sisma che negli USR regionali, e che ne abbia i requisiti normativi.
È noto a tutti infatti che il processo della ricostruzione, ristagna, non solo per la
farraginosità delle norme, ma anche per la carenza del personale coinvolto e per
la sua precarietà.
Non è possibile, né tollerabile, che alla scadenza dei 36 mesi di contratto a
tempo determinato, il personale che in questo periodo ha acquisito un’ottima
formazione sul campo, non si veda rinnovato il contratto. È un grave danno sia
per gli utenti che vedono bloccarsi le istruttorie dei progetti, sia per la Pubblica
Amministrazione che perde know di validi collaboratori su cui ha investito.
Potrebbe anche configurarsi un danno all’erario, dato che i Sindaci, e l’USR,
dovranno bandire nuovi concorsi per reclutare nuovo personale che andrà
opportunamente formato!!
Mi auguro che questa volta, la ragione e il buon senso prevalgano sulle alchimie
delle norme e della ragione di Stato!
Lo dichiara il Vice Presidente del Consiglio Regionale Piero Celani (Forza Italia)
Ancona, lì 12/02/2020

Piero Celani
Vice Presidente dell’Assemblea
Legislativa delle Marche