Ancona, inaugurata la nuova sede della Victoria International House

Spazi più che raddoppiati per la scuola di lingue in continua crescita.
All’evento anche l’assessora regionale Bora, la presidente del consiglio
comunale Dini e il vicesindaco Sediari.

Ancona – È stata inaugurata nel pomeriggio di ieri al Centro Mirum la
nuova sede di “Victoria International House Ancona”, centro di
formazione linguistica che oggi si trasferisce in spazi più che
raddoppiati per rispondere alla crescita di attività. Erano presenti
l’assessora regionale Manuela Bora, la presidente del consiglio comunale
Susanna Dini, il vicesindaco di Ancona Pierpaolo Sediari e Giuseppe
Romagnoli, managing director e fondatore di Victoria IH, affiancato
dallo staff della scuola. Un evento festoso per inaugurare uno spazio
che vuole essere, oggi ancora di più grazie alla nuova location, luogo
di incontro e di esperienze, che coinvolge docenti e studenti di tanti
Paesi diversi e fa incontrare culture e linguaggi.
“La grande presenza di tante famiglie oggi e la crescita di questa
struttura – ha detto l’assessora regionale Bora – testimoniano che c’è
un grande bisogno di affinare le competenze linguistiche. Questa scuola
già nel 2004 ha ricevuto dalla Regione Marche l’accreditamento, che
dimostra gli standard formativi raggiunti e che è condizione per
attingere a fondi europei. Questo centro ha alle spalle una grande
storia e con questo ampliamento dimostra vitalità verso un futuro che,
sono certa, sarà pieno di successi”.
Secondo il vicesindaco Sediari “questo tipo di scuola è un valore
aggiunto per Ancona”; “l’Amministrazione, per come le compete – ha detto
– agevolerà le imprese che vogliono arricchire il territorio della
città; questa zona è nella nostra attenzione perché si sta espandendo e
continua ad attrarre investimenti”.
Grande soddisfazione da parte di Giuseppe Romagnoli, imprenditore
cresciuto in Sudafrica e che, una volta tornato nelle Marche con la
famiglia, ha deciso di scommettere su questa regione: “Le lingue sono
importanti non per andare via ma per valorizzare il nostro territorio –
ha sottolineato –  per questo abbiamo creato un centro che va oltre la
scuola di lingue, uno spazio di scambio e di apertura a tutte le
culture, a stretto contatto con la realtà locale”.
All’inaugurazione è intervenuto anche Alfredo Carpi dell’Associazione
Italiana Scuole di Lingue, organizzazione che controlla gli standard
qualitativi didattici e amministrativi delle scuole: Victoria IH è
infatti l’unica realtà nelle Marche certificata AISLi.
Aperta nel 2015 sempre in zona Baraccola (strada vecchia del Pinocchio),
Victoria IH Ancona ha visto aumentare costantemente iscritti, team e
attività. La nuova sede è ampia 320 mq, a cui si aggiungono 200 mq di
terrazza, un autentico jolly per gli eventi e per i centri estivi
dedicati ai bambini; è dotata di 6 aule per la formazione, più un
salotto in stile inglese per fare conversazione con insegnanti
madrelingua.

Il Centro di formazione “Victoria International House Ancona”
“Victoria International House” è il primo centro di formazione
linguistica delle Marche certificato AISLi (Associazione Italiana Scuole
di Lingue) e in quanto tale rilascia certificati di studio validi per
l’assegnazione dei crediti formativi, eroga seminari, corsi di
formazione e aggiornamento professionale a privati (bambini ed adulti),
aziende, insegnanti, enti di formazione e scuole.
Nata nel 1997 a Jesi come The Victoria Company, è attiva nelle Marche
anche con la sede di Ancona aperta nel 2015. Fa parte della
International House World Organisation (IHWO), rete mondiale di 160
scuole a gestione indipendente legata da un impegno verso alti standard
di qualità e promotrice dei più innovativi corsi di aggiornamento per
docenti; le scuole International House devono superare un’attenta
selezione e sono sottoposte a controlli costanti per il mantenimento di
standard che riguardano non solo la didattica, ma anche la parte
amministrativa, la cura del cliente e l’adeguatezza della sede.
Web: https://www.victoriaih.it ; fb: victoriainternationalhouse

Moretti Comunicazione
Isabella Tombolini