QUADRILATERO, INFORTUNIO SUL LAVORO

Un ulteriore infortunio si è verificato martedì 17 settembre
presso l’azienda Astaldi SPA che esegue l’opera infrastrutturale
Quadrilatero delle Marche. Come sindacato, non si hanno ancora
riscontri sulla gravità dell’accaduto ma, dalle prime notizie,
sembra si sia evitato qualcosa di grave entità.
La Feneal UIL e la Fillea CGIL provinciali sono indignate nel
riscontrare l’ennesimo infortunio: è il quinto dalla riapertura
delle lavorazioni, datata aprile 2019. Dunque, un ennesimo
incidente nel settore edile, un vero e proprio bollettino di
guerra.
Per questo, Feneal Uil e Fillea Cgil invitano tutti a tenere
alta l’attenzione sulla sicurezza nell’ambito delle attività
lavorative. Il sindacato è sempre più convinto che le lavorazioni
debbano proseguire con le giuste attenzioni e tempistiche di
esecuzione.
Si sottolinea, con gravissimo disappunto, che l’indice degli
infortuni sta subendo un’impennata senza eguali all’interno del
cantiere Quadrilatero. Le preoccupazioni del sindacato sono per
questa escalation di infortuni che, per quanto non siano stati
particolarmente gravi, mettono comunque in allarme anche i
lavoratori.
Feneal Uil e Fillea Cgil sono sicure che la Astaldi SPA metterà
in campo tutte le sue conoscenze e le sue capacità per evitare
questo stillicidio fra i lavoratori. Da parte sindacale, si
continuerà a vigilare e a denunciare qualsiasi carenza nella
sicurezza.

p. la Feneal UIL e la Fillea CGIL