QUATTRO SECOLI DI STORIA, UN VIAGGIO NEL TEMPO TRA DELIZIE ARTE E GIOCHI D’ACQUA

Venerdì 13 settembre alle ore 20.00, presso il Cortile d’Onore di Palazzo Reale di
Milano, presentazione del Docu-Film dedicato alla celebre Villa di Lainate.
Ingresso gratuito.
In occasione della Milano Movie Week, la settimana dedicata al cinema e all’audiovisivo
della città di Milano, dopo il tour internazionale arriva il momento della presentazione
ufficiale del Docu-Film VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA, quattro secoli di storia,
un viaggio nel tempo tra delizie arte e giochi d’acqua, diretto da Francesco Vitali e
scritto con la collaborazione di Claudia Botta.
Introdurrà la serata il regista Francesco Vitali, l’Assessore alla Cultura del Comune di
Lainate Danila Maddonini e Paola Ferrario, Conservatore del Museo “Il Ninfeo” di Lainate.
La proiezione alla Milano Movie Week giunge a coronamento di una importante
collaborazione per la produzione del docufilm con il Comune di Milano e con alcune
tra le più prestigiose istituzioni culturali della città, tra cui il Museo Poldi Pezzoli,
Civica Raccolta delle Stampe Achille Bertarelli, Gabinetto dei Disegni, Archivio
Fotografico, Pinacoteca del Castello Sforzesco e lo stesso Palazzo Reale, cuore del
tessuto cittadino allora come oggi, dove si svolge la proiezione.
La storia della villa di Lainate è strettamente legata alla storia della Città di Milano,
poiché i protagonisti che l’hanno pensata, realizzata e modificata nei secoli erano i
protagonisti della vita economica e sociale della città, il cui potere esercitato era espresso
anche attraverso cariche importanti e riconoscimenti nobiliari di rilievo. 
Liberamente tratto dal volume di Alessandro Morandotti Milano profana nell’Età dei
Borromeo, il Docu-Film è prodotto da Francesco Vitali, Comune di Lainate, Associazione
Amici di Villa Litta Onlus e Roadmovie.
“I confini metropolitani di Milano includono bellezze incomparabili, di grande valore storico
e artistico, che devono continuare a essere valorizzate per poter essere raccontate ai
cittadini e ai sempre più numerosi turisti in visita nella nostra città. Le connessioni, poi, con
il grande patrimonio artistico che la città di Milano custodisce consentono richiami e
rimandi di epoche e linguaggi, e opportunità straordinarie di conoscenza che costituiscono
un grande potenziale di attrattività per il nostro territorio” dice Filippo Del Corno –
Assessore alla Cultura del Comune di Milano.

“Protagonista è l’antica Villa di Lainate, voluta e ideata dal Conte Pirro tra il 1585 e il 1589,
che viene rappresentata da una voce femminile fuori campo e che guida lo spettatore
attraverso le trasformazioni avvenute nel tempo, in un contesto storico sociale di una
Milano ricca di avvenimenti. La voce descrive il patrimonio artistico e culturale della Villa
nel corso dei secoli, focalizzando l’attenzione sull’aspetto architettonico ed artistico – dice
il regista Francesco Vitali – Il film documentario mostra la meravigliosa ascesa della
Villa, le vicende legate alla sua costruzione e le importanti figure storiche che l’hanno
visitata e vissuta nel corso dei secoli. Si alternano interviste con esperti d’arte, di storia e
costume, con immagini della villa come la vediamo oggi, e con immagini d’archivio.
Contribuisce alla narrazione il Prof. Alessandro Morandotti, importante studioso e critico
d’arte, che ha ricostruito la storia della Villa e del suo fondatore Pirro I Visconti Borromeo
fin dagli anni ‘80. Un importante contributo al Docu-Film, viene dato dagli eredi Litta
rappresentati da Giorgio Picozzi”.
Molti fino a ora gli appuntamenti nazionali e internazionali in cui il Docu-Film è stato
presentato con successo in anteprima nell’attesa della presentazione ufficiale alla
Movie Week. Incontri, concerti e proiezioni dedicati al Docu-Film e alla diffusione delle
meraviglie di Villa Visconti Borromeo Litta, in location e luoghi prestigiosi, con altrettanto
prestigiosi partner, entusiasti di contribuire a diffondere un importante pezzo di cultura
italiana attraverso uno dei luoghi simbolo del tardo ‘500 italiano.
Appuntamenti che riprenderanno nella primavera del 2020 alla National Gallery or Art di
Washington con una proiezione integrale (dopo il grande successo dell’anteprima parziale
sotto forma di concerto all’ambasciata italiana in America) e all’ambasciata Italiana a
Mosca (dopo l’entusiasta accoglienza ricevuta dal Docu-Film nella presentazione al Museo
dell’Hermitage di San Pietroburgo).
L’importante lavoro ha ottenuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività
culturali e del turismo e il contributo del Comune di Milano, Assessorato alla Cultura,
vantando tra le maggiori collaborazioni quella del curatore Sergej Androsov per
l’Ermitage, di Valérie Carpentier curatrice del Museo del Louvre, Deda Cristina
Colonna, Andrea Di Lorenzo conservatore del Museo Poldi Pezzoli di Milano, Alison
Luchs curatrice della National Gallery Of Art Washington, Antonio Mazzotta Università
Degli Studi di Milano, Alessandro Morandotti Università degli Studi di Torino, Giorgio
Picozzi di Villa Litta di Vedano al Lambro e Cristina Targa per il Museo Internazionale e
biblioteca della Musica di Bologna.

LA MESSA IN ONDA IN TV
Un ulteriore e meritato riconoscimento di questo paziente e meticoloso lavoro è stata
l’acquisizione e la conseguente prossima messa in onda sul canale SKY ARTE HD.