Il Biofestival chiude con il convegno sul vino Dalla produzione alla vendita

Biofestival, oggi il gran finale. Successo di pubblico e di partecipazione per la serata centrale di sabato
sera al festival dedicato al mondo dell’agricoltura biologica, che si è aperto venerdì e si concluderà oggi a
Marina di Altidona, grazie alla collaborazione tra Aiab Marche e comune e pro loco altidonesi.
Il convegno di ieri, Dal campo alla tavola, è stato come ogni anno molto partecipato, un momento di
riflessione importante e volto al confronto, con la nutrizionista Renata Alleva e la presidente Feder BIO
Maria Grazia Mammuccini in veste di moderatrici e relatrici. I temi e gli altri relatori erano: danni
all’ecosistema dall’uso dei pesticidi con Franco Ferroni responsabile agricoltura e biodiversità WWF
Italia; Piano d’Azione Nazionale sulle priorità dell’agricoltura biologica con Maria Grazia Mammuccini
presidente FederBIO; implicazioni per la salute nell’uso dei pesticidi sull’ambiente a cura di Renata
Alleva; agricoltura biologica come modello produttivo per aiutare la terra, gli agricoltori ed i consumatori
a cura di Francesco Torriani presidente ConMarche BIO; ruolo dell’agricoltore e dell’esperienza sul
campo di Francesca Ercoli della società agricola Il salto di Sant’Angelo in Pontano.
Anche oggi sarà presente la mostra mercato dei prodotti biologici e biodiversità agraria delle Marche e
ancora laboratori alle 19.30, con il Bio profumo un fuso di lavanda con Betta e Patrizia e il laboratorio di
artigianato di vasi e fischietti. Si chiude in bellezza, alle 18, con il convegno tematico sul vino,
organizzato dall’Agenzia di Sviluppo Rurale e dalla Copragri, dal titolo Dalla produzione alla vendita: le
differenti note sensoriali dei vini convenzionali, biologici e biodinamici. Le aspettative del consumatore
con il tecnologo alimentare Piero Sciamanna e il presidente Ais Marche Stefano Isidori. Ore 19.30,
premiazione delle etichette aderenti al concorso riservato ai vini biologici Bio Wine Marche 2019
organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Marche che quest’anno, riunendosi
con ben tre commissioni, ha selezionato circa un’ottantina di etichette provenienti dalle cantine di tutta la
regione e anche da oltre regione (Campania, Emilai Romagna, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Toscana in
una premiazione a parte). Nella serata conclusiva verranno premiatri i primi cinque classificati.

Marina di Altidona, 25 agosto 2019

Ufficio Stampa
Aiab Marche