Cesare Catà: “Sono single perché l’universo è un’aporia ontologica”

Cabaret, filosofia, stand up comedy, storytelling della letteratura. C’è tutto questo nel brillante
monologo che racconta la vita da single di un maschio del nuovo millennio: “Sono single
perché l’universo è un’aporia ontologica” è lo spettacolo di Cesare Catà, in programma per
sabato 24 e domenica 25 agosto alle 21.30 a Rocca Tiepolo, Porto San Giorgio.
“Salirò sul palco con una serie di racconti confessional – spiega Cesare Catà, autore e
protagonista del monologo, per la regia di Rebecca Liberati – quelli di un uomo che nel nuovo
millennio fa i conti con questa condizione, forse ancora l’unica veramente emarginata nella
società, prendendo spunto, con ironia, dagli antichi miti greci, dalle riflessioni neoplatoniche e
dai sonetti shakespeariani”.
Catà presenta le confessioni di un maschio single del nuovo millennio, tra ironia e riflessioni
più profonde, si fondono con gli antichi miti classici, per riflettere sulla natura dell’amore,
della solitudine e dei rapporti tra uomo e donna.
Un racconto che si snoda attraverso antiche figure mitologiche come Orfeo, Teseo e Giasone,
gli incanti dei sonetti di Shakespeare, le riflessioni della tradizione neoplatonica, per
confessare in chiave tragicomica le ansie e le inquietudini dell’essere single giungendo a una
fondamentale conclusione: sono single perché l’universo è un’aporia ontologica.
Info e prenotazioni: Biglietteria Lagrù 3287756579.
[In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al Teatro Comunale]