BIOFESTIVAL

Torna Biofestival che partirà venerdì in piazza Garibaldi a Marina di Altidona. La manifestazione, alla
sua ottava edizione, è organizzata da Aiab Marche in collaborazione con il comune e la pro loco di
Altidona, è stata presentata questa mattina sulla terrazza del camping Girasole di Marina Palmense. Stand
gastronomici, laboratori e mostra mercato saranno presenti sul lungomare di Marina di Altidona 23, 24 e
25 agosto.
Contento di ospitare la conferenza stampa di presentazione dell’evento, il proprietario del camping
Girasole, Tony Montevidoni: «Come Girasole abbiamo subito sposato la causa Aiab, sin da quando
facevamo degustazioni guidate verso i produttori di Aiab Marche, delle esperienze uniche per i nostri
ospiti, un rapporto diretto fra l’esperienza turistica e l’assaggio del territorio. Poi la cosa si è strutturata con
Villaggi Marche sotto forma di Marca in bus che facciamo con territori limitrofi e con l’entroterra. Questa
manifestazione valorizza ancora di più l’esperienza turistica perché fa conoscere quello che i turisti
conoscono meglio di noi, le eccellenze del nostro territorio. Il Girasole è attivo da sempre su questi temi e
anche sull’ecocompatibilità in generale».
Il sindaco di Altidona Giuliana Porrà: «E’ il secondo anno per noi con il Biofestival che accogliamo con
entusiasmo perché da tempo ci occupiamo di queste tematiche. Come comune di Altidona, siamo capofila
dell’accordo agroambientale per la tutela della acque e insieme alla Valdaso, andiamo nella direzione
sostenibilità. Siamo in perfetta assonanza con Aiab Marche. Ospitiamo il festival in piazza Garibaldi,
grazie alla pro loco di Altidona, per far capire ai turisti che questo territorio si muove verso la sostenibilità
ma anche verso la promozione dei prodotti che siano compatibili con l’ambiente, ci interessa
salvaguardare la salute nostra, dei nostri cittadini e l’ambiente. La manifestazione cresce di anno in anno,
il programma è ricco, ringrazio Aiab Marche per aver scelto Altidona per questa manifestazione».
Il Presidente di Aiab Marche, Enzo Malvolta, ha ringraziato il camping Girasole, per l’ospitalità e dopo
due anni di collaborazione con l’iniziativa Il bio ti segue in vacanza: «E’ molto importante per i turisti che
arrivano in queste zone, trovare prodotti del nostro territorio. Questa è l’ottava edizione, partita da
Grottammare dove si è svolta per due anni, passata da Pedaso per quattro anni ed ora saremo per il
secondo anno ad Altidona. Ringrazio tutto il nuovo direttivo di Aiab Marche che sta lavorando bene sul
territorio nella divulgazione dell’agricoltura biologica attraverso i prodotti delle aziende. È una
manifestazione a 360 gradi, quest’anno il programma è ancora più ricco, con relatori internazionali che da
lustro a tutto il nostro lavoro. In un momento così difficile, valorizziamo il nostro territorio in una
maniera molto semplice, attraverso l’esposizione dei prodotti delle nostre aziende e quest’anno ci saranno
una ventina di aziende da tutta la regione, a partire da Ancona. Esporranno i loro prodotti che fanno parte
della biodiversità agraria delle Marche, si tratta frutta e ortaggi che hanno più di 50 anni di storia e questo
fa sì che queste aziende promuovano il nostro territorio. I loro prodotti verranno somministrati durante
l’evento grazie al supporto logistico fondamentale della pro loco» che rende la manifestazione perfetta. Il
Presidente della Pro Loco di Altidona, Andrea Attorresi ha confermato la disponibilità di tutti gli anni:
«Anche la parte logistica è da curare, è alla base della festa».
A parlare del programma è stata la vice presidente Aiab Marche, Cristina Murri: «Abbiamo diviso tutte le
attività cercando di coinvolgere ancora di più il nostro pubblico, sia i più piccoli che i più grandi, abbiamo
abbinato ai laboratori didattici per i bambini ma anche per i grandi. Abbiamo messo il laboratorio sull’orto
di Legambiente Marche, un laboratorio sulla lavanda fatto da Betta e Patrizia che hanno seguito i

laboratori di Villaggi Marche. Faremo due mini corsi, il venerdì sul peperoncino piccante a cura
dell’azienda La Casetta di Antonio Germani, l’altro corso sui grani antichi fatto dall’azienda Amurri per
mostrare agli adulti le tipologie di prodotti e come si coltivano. Abbinati ai minicorsi, ci saranno convegni
con associazioni ed esperti a tema sull’agricoltura biologica che coinvolgeranno anche altre realtà rispetto
alla nostra. Il menu valorizzerà i prodotti e le tematiche dei coinvegni».
Uno dei prodotti protagonisti del festival è il vino biologico che sarà presente anche quest’anno per la
sesta edizione del concorso che domani si terrà presso La Bottega di Michele, per valorizzare le etichette
da tutta la regione ed anche da fuori, con il convegno di domenica abbinato, al quale sarà presente il
Presidente Ais Marche Stefano Isidori: «Abbiamo circa 80 etichette da selezionare, domani faremo due
commissioni. I lconcorso sta uscendo anche al di fuori delle Marche e premieremo le etichette domenica.
A livello di biologico, Fermo è uno dei territori più certificati. Noi Associazione italiana sommelier siamo
sempre stati presenti e continuiamo perchè siamo convinti che il futuro è biologico».

Altidona, 21 agosto 2019

Ufficio Stampa
Aiab Marche