L’aumento dei posti di lavoro estivi grazie ai servizi alla famiglia

Durante la stagione estiva molti studenti sono soliti cercare un lavoretto che permetta loro di
mettere soldi da parte e godersi maggiormente le proprie vacanze. Questo è anche il momento in
cui persone disoccupate approfittano del boom dell’occupazione che tocca settori come il turismo
e l’ospitalità per trovare lavoro. Yoopies fa notare come anche il settore dei servizi dedicati alle
famiglie registri un’impennata durante i mesi estivi, soprattutto per quanto riguarda la richiesta di
baby sitter, pet sitter e ripetizioni scolastiche private.

Servizi alle famiglie in ambito domestico: un’opportunità stagionale
L’occupazione precaria e la stagionalità degli impieghi sono correlate, a maggior ragione nelle
regioni del Sud Italia, nelle aree costiere e turistiche, nelle quali l’occupazione stabile continua a
rimanere un miraggio sia durante che successivamente all’estate.
Sappiamo come i settori con le maggiori opportunità di lavoro estivo siano il turismo, la ristorazione
e la grande distribuzione; tuttavia apprendiamo che anche i servizi alla famiglia in ambito
domestico rappresentano un’interessante alternativa per chi cerca un’occupazione e una fonte
di reddito. Basti pensare alle famiglie con bambini – soprattutto genitori trasferitisi per motivi
lavorativi nel Nord Italia, senza nonni o familiari vicini – che cercano una tata per sopperire ai tre
mesi estivi di chiusura delle scuole. O ancora, le necessità di padroni di animali domestici di trovare
un pet sitter per i propri animali da compagnia durante le vacanze.

L’indagine di Yoopies, piattaforma di riferimento in Europa per la ricerca di lavoro online nel
settore domestico, dimostra come il numero di annunci di ricerca di lavoro da parte di
candidati propostisi come baby sitter, pet sitter o insegnanti di ripetizioni private sia
aumentato dell’8% circa a partire dal mese di giugno – rendendo così l’inizio del periodo estivo
un importante picco di offerta lavorativa, superato solo dal periodo del rientro a scuola di
settembre.

Un altro aspetto interessante da considerare è che questi incarichi a termine in ambito domestico
nella maggior parte dei casi hanno mostrato di proseguire durante l’anno – segnale positivo di
creazione di un rapporto di fiducia tra il collaboratore e la famiglia – impostando così un rapporto
lavorativo flessibile e personalizzato in base alle esigenze di entrambe le parti.
Alla ricerca di un lavoro estivo: il primato delle studentesse
Il periodo estivo si rivela quindi un ottimo momento durante il quale cercare un’occupazione
flessibile e part time per arrotondare e in particolare per conciliare lo studio in vista degli esami
universitari. Secondo l’indagine di Yoopies, infatti, il 28% dei candidati alla ricerca attiva di
un’occupazione nei mesi di giugno e luglio ha fra i 20 e i 25 anni di età. Inoltre, la quasi totalità di
questo segmento ha raggiunto almeno il traguardo della laurea triennale.

Un altro dato significativo è quello relativo alla predominanza di iscrizioni e di annunci pubblicati
sulla piattaforma della componente femminile rispetto a quella maschile – le ragazze
rappresentano il 90% circa del totale.

Suddivisione per fasce di età dei candidati alla ricerca attiva di un’occupazione nei mesi di giugno e luglio

Cercare un impiego estivo flessibile e part time su Yoopies
Yoopies diventa quindi una soluzione per queste persone che cercano un lavoro, che si tratti di un
lavoretto estivo, un part time a breve o a lungo termine. La piattaforma online permette in pochi
minuti di creare un profilo pubblicare un annuncio e candidarsi alle offerte di lavoro delle famiglie
geograficamente vicine al proprio domicilio. Un planning delle disponibilità da aggiornare
settimanalmente o mensilmente e un sistema di prenotazione online delle ore di servizio permette
a questi lavoratori flessibili di cumulare diversi datori di lavoro e di personalizzare la prestazione con
ognuno di essi.