“Diritti in marineria”: al via, domani, la campagna Flai Cgil rivolta ai pescatori

La FLAI-CGIL di Ancona è, ancora una volta, vicino ai pescatori della
Marineria di Ancona. Domani, sabato 20 luglio 2019, presso il Mercato
Ittico di Ancona, dalle 9.30 alle 13.00 riparte la Campagna informativa ai
Pescatori intitolata “Diritti in Marineria”. Questa campagna è stata
realizzata con il contributo del Ministero delle politiche Agricole,
Alimentari, Forestali e del Turismo nell’ambito del programma nazionale
triennale della Pesca e dell’Acquacoltura 2017-2019. Nelle principali
marinerie d’Italia, in contemporanea e quindi anche ad Ancona, la FLAI
incontra i pescatori per parlare e confrontarsi sui diritti dei lavoratori della
pesca: sulle malattie professionali, sui lavori usuranti, sull’assistenza
sanitaria integrativa all’interno dell’EBI Pesca, sulle pensioni, sugli
ammortizzatori sociali e altri argomenti legati alla categoria.
Per l’occasione, verranno consegnati ai pescatori dispositivi individuali di
protezione (guanti da lavoro) a simboleggiare l’importanza dell’argomento
sicurezza. Questo mestiere, infatti, rimane ancora oggi tra i più faticosi e
pericolosi; per queste ragioni la Flai vuole ribadire che l’applicazione del
T.U. 81/2008 sulla sicurezza non può più essere rimandata. “Al settore
della pesca – dichiara Paolo Grossi, segretario provinciale Flai Ancona –
vengono applicate leggi che hanno più di 20anni. Durante la
manifestazione, parleremo con i pescatori del regime previdenziale –
pensionistico per informare loro del diritto al pensionamento anche alla
luce delle modifiche legislative intervenute. Il settore della pesca è stato
riconosciuto tra le attività gravose e, in quanto tale, beneficia della
possibilità di accorciare, di qualche anno, la vita lavorativa andando in
pensione alcuni anni prima”.

FLAI-CGIL ANCONA