Jazz e non solo jazz: il festival di piazzale Azzolino è partito

Claudia Quartarulli, Antonia De Angelis, Elettra Benedetto, Daniele Odorici le voci, Emanuele
Evangelista al piano, Giuseppe Cistola e Fabio Petrella alle chitarre, Lorenzo Calvanelli al
basso elettrico, Michele Sperandio alla batteria, Monica Noschese al sax alto, Domenico Di
Maria al sax tenore, Edoardo Baldoni alla tromba, Matteo Ferracuti al trombone.
Ecco gli artisti che hanno calcato il palco della prima serata, che si è aperta con i saluti del vice
sindaco e assessore alla cultura e turismo Francesco Trasatti, della quindicesima edizione di
“Jazz e non solo jazz”, il festival di Piazzale Azzolino, organizzato dal Comune di Fermo e
dall’Associazione “Gabriele D’Annunzio”, in collaborazione con Round Music, con il contributo
del Consiglio Regionale delle Marche, la Fondazione Carifermo, Solgas e Vega come main
sponsor.
Si tratta dell’Ensamble del Dipartimento Jazz del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo, che si
sono esibiti nel concerto dal titolo “Singing under the stars”, con gli arrangiamenti e la
direzione del M° Mauro De Federicis, trasmesso in diretta dalla web radio Stazione 41, partner
della rassegna. La serata riservata al Conservatorio di Fermo, una bellissima tradizione
avviata dal fondatore del festival, Stefano De Minicis, consolida lo stretto rapporto tra il
territorio e la manifestazione.
“Jazz e non solo jazz” prosegue sabato 13 luglio, sempre alle 21.45, con Federico Malaman e il
suo Stile-Italia-In, con un ospite speciale: Marco Postacchini, sassofonista fermano.