Videosorveglianza, Loira: “Sistema efficace contro i delinquenti”

“Ancora una volta. nel giro di pochi mesi, il sistema della videsorveglianza
installato nella nostra città ha permesso alle Forze dell’ordine di individuare e
assicurare alla giustizia gli autori dei danneggiamenti arrecati in alcuni chalet
sul lungomare e di altri episodi criminosi. L’Amministrazione, con i suoi
investimenti, intende mettere gli operatori della sicurezza nelle migliori
condizioni per operare e agire rapidamente e con efficacia”.
Il sindaco Nicola Loira interviene a margine del positivo esito dell’attività
d’indagine condotta dalla Questura conclusasi con la denuncia a piede libero
del responsabile. “Stiamo proseguendo spediti nel completamento del progetto
di sicurezza, migliorandolo ed allargandolo ad altre zone nevralgiche della città.
Porto San Giorgio è stato il primo Comune del Fermano (tra i primi in Italia) a
sottoscrivere il Patto per la sicurezza con la Prefettura”.
Mercoledì 19 giugno i tecnici del Comune e della Tim effettueranno specifici
sopralluoghi per valutare le prossime installazioni.
“Entro l’anno corrente contiamo di completare le fasi 2 e 3 – aggiunge il
dirigente dell’Ufficio Affari generali Carlo Popolizio che, assieme al
comandante della Polizia municipale Giovanni Paris, ha seguito le fasi del
piano – . Nuove installazioni riguarderanno le zone sud, nord e nei pressi della
strada verso Fermo. I prossimi interventi, realizzati anche grazie ai
finanziamenti ottenuti, riguarderanno inoltre la stabilizzazione del sistema per
renderlo più affidabile, compresa la ricezione in tempo reale degli allarmi in
caso di malfunzionamento delle apparecchiature. Si valuterà il passaggio dai
ponti radio alla fibra ottica”.
Nel 2018, si ricorda, è stato completato l’aggiornamento e la sostituzione delle
telecamere della passata generazione tecnologica. Sono ad oggi controllate
piazza Gaslini, via Don Minzoni, l’arena Europa, via Oberdan, piazza Mentana
ed il tratto centrale del lungomare. Il progetto denominato “Gli occhi della
città” sarà completato con la collocazione di altre telecamere (ambientali e per
il controllo delle targhe) fino a giungere ad un numero totale di 62 “occhi”
elettronici.

18 giugno 2019