Terza edizione degli International Motor Days

Ha chiuso i battenti la terza edizione degli Internation Motor Days di
Porto Sant’ Elpidio (FM).
Entusiasmo e grande successo di pubblico per quella che, se ce ne fosse
ancora bisogno, si conferma una delle manifestazioni dedicata ai motori
ormai di riferimento per addetti e appassionati, soprattutto sul focus
offroad.
Percorsi test drive offroad unici e sempre più ricercati per varianza e
livello tecnico sono la colonna portante di una kermesse che offre
spettacolo, action, expo,intrattenimento ed emozioni in totale sicurezza e
nel rispetto delle incolumità di tutti i visitatori che hanno voluto
cimentarsi con i loro mezzi o emozionarsi usufruendo degli offroad taxi
guidati da piloti professionisti.
Alta la qualità degli spettacoli stuntman su moto, auto e mountain bike;
grande la proposta expo nell’automotive che da quest’anno ha
abbracciato anche moto ed ebike a cui è stato dedicata grande
attenzione.
Ad arricchire questo contesto un esplosivo meltin pot fatto di proposte
street food, musica, intrattenimento, aree bimbi, concerti e dj set
dedicate a tutta la famiglia, allo scopo di rendere l’IMD un contenitore
multitasking dove trascorrere ore liete e divertirsi in un contesto familiare
ed eticamente valido.
In tal senso è stato premiato lo sforzo dell’organizzatore Danilo
Zampaloni, che ha tenacemente voluto la presenza di Vittorio Brumotti,
freestylers di caratura internazionale ma soprattutto volto noto della tv
nazionale, che da anni porta avanti diverse battaglie contro il consumo di
stupefacenti e le problematiche relative alla sicurezza stradale in
connessione all’abuso di droghe e alcool.
Ancora in tal senso la mancata somministrazione di super alcoolici
durante la manifestazione, anche nelle night session durante i dj set e i
concerti serali.

Su tutto la presenza della polizia stradale con il pulman multimediale
Azzurro, che ha effettuato workshop di educazione stradale e sicurezza in
auto con l’aiuto della strumentazione tecnica sul posto.

E poi il sostegno al sociale con la bellissima iniziativa di mototerapia, in
collaborazione con il team Daboot, che ha consentito ai ragazzi del centro
diurno di Fermo della cooperativa Cosmarche a sostegno dei
diversamente abili, di emozionarsi con le evoluzioni e un giro sulle moto
dei freestylers professionisti.

L’organizzazione ringrazia gli sponsor, i sostenitori, i 200 operatori sul
campo, tutti i visitatori intervenuti e gli organi di stampa per il sostegno e
l’impegno profuso per il successo della manifestazione e da
appuntamento alla prossima stagione con tante novità e una nuova
entusiasmante location.