FEDUF E UBI BANCA PREMIANO I MIGLIORI PROGETTI D’IMPRESA DELLE SCUOLE MARCHIGIANE

FEduF e UBI Banca, in collaborazione con Asvis e Global Thinking Foundation,
premiano i migliori progetti d’impresa sostenibile degli studenti marchigiani

La vittoria per il miglior progetto imprenditoriale sostenibile va alla classe 5 AFM dell’Istituto Bramante-
Genga di Pesaro con il progetto “WIZZO”. La classe 4A SIA dell’Istituto Corridoni-Campana di Osimo ha vinto

invece la sfida EDU FIN Game come migliore scuola delle Marche in educazione finanziaria.
Jesi, 21 maggio 2019 – La classe 5 AFM dell’Istituto Bramante-Genga di Pesaro ha vinto il premio
per il migliore Business-Plan del concorso “Che impresa ragazzi” promosso dalla Fondazione per
l’educazione finanziaria e al risparmio (FEduF) in collaborazione con UBI Banca. Il progetto
vincente prevede il lancio di una linea di accessori innovativi ed ecosostenibili come porta
auricolari e cuffie wireless. Il premio è stato assegnato agli studenti marchigiani che hanno aderito
ai moduli didattici di base e al Percorso per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento
(PCTO). La classe 4 SIA dell’Istituto Corridoni-Campana di Osimo ha vinto invece la sfida EDU FIN
Game come migliore scuola secondaria di secondo grado delle Marche in educazione finanziaria.
Gli studenti delle due classi, oltre al trofeo UBI Banca, hanno ricevuto i voucher premio per lo
spettacolo di danza acrobatica “PLAY” dei KATAKLO’ che avrà luogo il prossimo 23 luglio allo
Sferisterio di Macerata.
L’iniziativa rientra nell’ambito del Protocollo di Intesa tra Fondazione per l’Educazione Finanziaria
e al Risparmio, Regione Marche e Ufficio Scolastico Regionale per le Marche con la collaborazione
di UBI Comunità, la divisione di UBI Banca che si occupa del sociale e del supporto al territorio.
I sette progetti di impresa in gara sono stati il risultato dell’impegno dei ragazzi durante il più
importante laboratorio didattico che ha offerto agli studenti tre incontri in plenaria con i tutor di
UBI Banca esperti di credito, finanza, marketing e commerciale e nella gestione delle risorse
umane più altre ore di attività a scuola per sviluppare le potenzialità auto-imprenditoriali dei
ragazzi. Il risultato è stato quello di trasformare un’idea creativa in un business plan vero e
proprio, efficace e sostenibile sia dal punto di vista economico sia dal quello ambientale.
L’obiettivo è quello di avvicinare gli studenti all’esperienza del lavoro imprenditoriale e di aiutarli a
valorizzare il loro capitale umano, sviluppare le capacità di analisi, progettazione e lavoro di
gruppo attraverso una metodologia di lavoro rigorosa e completa. Caratteristica distintiva del
progetto è l’attenzione alla sostenibilità dei progetti che, da regolamento, devono rispondere a

uno o più dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. FEduF è infatti impegnata al fianco
dell’ASviS nella diffusione del concetto di sostenibilità, che ha inserito in tutti i propri programmi
quale elemento di cittadinanza strettamente collegato con le tematiche economiche e gli stili di
consumo.
Nella giuria che ha assegnato il premio sedevano Rosa De Pasquale, Segretariato ASviS, Alleanza
Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Mascia Fiordelmondo, Funzionario Servizi territoriali per la
formazione e mercato del lavoro di Jesi della Regione Marche, Roberto Gabrielli, Responsabile
Macro Area Territoriale Marche-Abruzzo di UBI Banca, Massimo Iavarone, Responsabile progetti di
educazione finanziaria dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Caterina Lucarelli, Docente
di Economia Università Politecnica delle Marche, Simona Marini, giornalista corrispondente ANSA
di Jesi, Marco del Moro, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria e Luciano Torba,
Segretario Generale Global Thinking Foundation.

Info: Pietro Balducci