CNA Terr.le Fermo: verso le elezioni, l’associazione incontra i candidati sindaco

Due confronti in diretta radiofonica e cinque appuntamenti per un “Caffè con i candidati”: sono le iniziative che sta mettendo in campo la CNA Territoriale di Fermo in vista delle elezioni amministrative del prossimo 26 maggio, quando con il voto in 23 comuni del Fermano si cambierà oltre la metà dell’assemblea provinciale dei Sindaci, per un’area che contiene un terzo delle imprese (32,44%) e degli occupati (30,95%) dell’intera economia provinciale, senza considerare che si vota in tutti i comuni per le europee.
“Ad ogni tornata elettorale ci impegniamo per incontrare i candidati sindaco del territorio – spiegano il
Presidente Paolo Silenzi e il Direttore Generale Alessandro Migliore – presentando loro un documento
politico economico in cui, oltre ad una panoramica della demografia d’impresa, riassumiamo gli argomenti
più cari al mondo degli imprenditori che rappresentiamo. Sono occasioni di confronto molto preziose, che i
candidati accolgono con piacere, a testimonianza della volontà di rafforzare il rapporto di collaborazione con l’associazione e raccogliere il nostro contributo di idee”.
Nuove politiche fiscali, di area vasta, burocrazia, legalità e responsabilità del futuro: ecco i cinque
“hashtag” che CNA ha sviluppato bel documento stilato e negli incontri sul territorio, partendo dalla
consapevolezza che l’imprenditore è prima di tutto un cittadino: “Di fronte ai problemi e agli ostacoli che
l’impresa incontra quotidianamente, il Sindaco ovviamente non è chiamato in causa per le competenze dirette, ma perché ha ruoli strategici nel rappresentare situazioni, trovare soluzioni, impegnarsi in quelle dinamiche che spesso vengono definite, appunto, di area vasta”.
E così vanno in archivio i confronti in diretta radiofonica organizzati con i candidati di Monte Urano,
Canigola, Craia e Mazzaferro e Montegranaro, Gismondi e Mancini (Ranalli non ha potuto partecipare per
altri impegni elettorali), condotti in studio dal Presidente Silenzi e la giornalista Stella Alfieri: “Ringrazio
Radio Fermo 1 per l’ospitalità e il supporto tecnico e i candidati che hanno accettato l’invito: abbiamo
trovato al centro dei loro programmi tematiche quali il lavoro e un nuovo futuro per il mondo produttivo locale
– commenta Silenzi – insieme alla volontà di agire in sinergia con le associazioni di categoria. Un aspetto
importante soprattutto se si pensa al peso, e al costo, che ad esempio ancora oggi ha la burocrazia per
un’impresa italiana: parliamo di 240 ore all’anno, cioè 30 giornate lavorative, da dedicare ai soli
adempimenti fiscali, che sono poco meno di 200, per 11 giorni in più della media europea”.
A questo si aggiunge una difficoltà concreta nel realizzare una “semplificazione” annunciata, ma che si traduce solo in maggiore stress organizzativo per le aziende, impegnate in una revisione procedurale significativa. Ai candidati la CNA ha evidenziato, inoltre, la necessità di conseguire economie di scala e diminuire la burocrazia, oltre ad aumentare le agevolazioni per le imprese locali sane, senza dimenticare il sostegno a settori chiave per lo sviluppo del territorio come il turismo e rimarcando l’attenzione su temi come sicurezza, accesso al credito e agli appalti pubblici per le pmi.

Fermo, 18 maggio 2019 L’Ufficio Stampa